La riunione

Divertente articolo pervenuto in Redazione sul “fantastico” mondo della new age…

Il venerdì sera c’è la riunione.
L’appuntamento dovrebbe essere per le nove ma ognuno viene all’orario che gli fa più comodo, tanto la casa di Lorenzo è sempre aperta a tutti, a qualunque ora.
Lui, Lorenzo, è la guida di questo gruppo.
Ha fatto stampare dei volantini e ha persino un sito Internet per fare propaganda, perché ritiene che è ora che il sapere esoterico sia divulgato a tutti. Le riunioni sono perennemente disturbate dalla sua ragazza che, per potersi mettere con lui, che è ricco e non lavora, ha mentito dicendo di essere interessata alla conoscenza esoterica…ma in realtà è una laureata in filosofia, disoccupata, occhialuta, materialista e un po’ civetta e trova sempre da ridire su tutto, spesso si rifiuta di fare la meditazione e conclude le serate litigando rabbiosamente con Lorenzo, disputando da vera filosofa positivista su tutto ciò che lui ha insegnato, lasciandolo triste ed esausto. Lui la sopporta perché non sa vivere senza una donna accanto.
A seguire viene Titti, un cubo di carne…odia le gerarchie, ma in segreto crede di essere lei la vera leader del gruppo…perché afferma che è giunto il momento che le donne debbano prendere il comando, ma nello stesso tempo è alla continua ricerca dell’anima gemella.
Ed ecco Santino…capelli grigi, testa piegata da un lato, livido…un po’ viscido…da piccolo aveva una paura mortale delle pistole giocattolo e…da ragazzo non era interessato alle motociclette. Spera di ottenere la Liberazione partecipando ai costosi seminari di Tensegrità.
Giuseppe, capelli impiastricciati di gel, enorme orecchino e piedi grossi, ama abbracciare i maschi…ma ha una bella moglie che lascia a casa. Cerca avidamente il Potere ma da quando partecipa alle riunioni del gruppo i suoi difetti si sono enormemente amplificati e spende tutto il suo denaro al gioco, in prostitute, transessuali e ristoranti. Ha spesso come un’ombra sul volto e passa dall’euforia alla depressione in un batter d’occhio. Non avendo la qualificazione per raggiungere il suo Sé, che potrebbe sostenerlo, deve solo sperare che Dio lo aiuti.
Puccio, in maglietta aderente e salsicciotti di grasso alla vita, appena arriva comincia a fare degli strani movimenti che si è inventato lui, simili al Kung fu e che dice che lo fanno stare bene, ma in realtà vuole solo attirare l’attenzione che nessuno gli porge.
Poi vengono Jimmi e Nada…ex punkabbestia, ma di buona famiglia…laureati…di sinistra…ma di lavoro proprio non ne mangiano e sono bravissimi ad approfittare della munifica ospitalità di Lorenzo, scroccandogli di tutto. Jimmi, ovviamente con i capelli lunghi, trasandato e un po’ sporchino, parla con una voce da ragazza e va a rimorchio di Nada, che sembra proprio una streghetta della Wicca, un po’ cattiva e con il naso adunco.
Dina è diafana….ha gli occhi un po’ globosi, i capelli radi e sottili e un disperato bisogno di un uomo…solo per questo viene al gruppo, c’e’ sempre un tal viavai di persone…ma si addormenta sempre durante la meditazione.
Paoletta è sempre puntuale alle riunioni…racconta di essere andata ad un costoso seminario sullo sciamanesimo dove, nell’arco di un fine settimana, le hanno insegnato a saltare in un burrone e a rimbalzare su in quattro e quattr’otto, senza farsi neppure un graffio. Spesso, senza alcun motivo apparente, scoppia in pianti irrefrenabili.
Pino e Mauro vengono perché non hanno di meglio da fare…sprofondati nel grasso dei loro corpi durante la meditazione russano.
Nel bel mezzo della serata arrivano i migliori…sembrano usciti dal film Matrix con i loro mantelli lunghi…lui sembra Gargamella dei Puffi, ha i capelli a coda di cavallo, un enorme orecchino circolare e la tendenza a mangiarsi le parole quando parla. Racconta di essere in contatto e-mail ed astrale con un compagno di Castaneda…per questo motivo si crede il vero leader del gruppo. Dietro l’aria mansueta dei bacetti sulle guance si nasconde un tipo ostile.
La sua ragazza, in mantello nero, capelli lunghi e stivaloni, dall’aria un po’ volgare e perennemente ansiosa, ama lanciare lunghi sguardi agli uomini del gruppo.
Poi ci sono le comparse…gente qualunque…sofferenti…effeminati…perditempo…madri disattente…scapoloni…donne separate…disoccupati cronici…cacciatori di femmine…ma Lorenzo è ospitalissimo, apre le porte di casa sua a chiunque…ha addirittura fatto venire dagli USA “ il più grande guaritore dell’ universo” a spese sue …ma, anche se si mostra apparentemente generoso, tollerante, democratico e pacifista, alla fine si deve fare come dice lui…Ritiene che ognuno dei partecipanti sia in possesso di una porzione di verità e che quindi il confronto e le discussioni possano essere utili per raggiungere la verità totale…che però non la si raggiunge mai perchè le dispute “dottrinali” di stile new age si protraggono per ore fino ad evolvere in liti verbali, chiacchiere futili, volti angosciati e gente addormentata, che viene risvegliata dal profumo delle cene pantagrueliche, ovviamente vegetariane, che Lorenzo generosamente offre a tutti.
Arrivederci al prossimo venerdì!

Germano Giuliani