SKOLL concerto ‘Questo mondo non basta’ – recensione

 Normalmente, non si inizia mai una recensione dalla fine, cioè dai ringraziamenti. Ma, questa volta ci sia concessa un’eccezione. Grazie, cento volte grazie. Anzi, grazie 106. Perchè ieri eravate centosei e forse qualcosa di più… Un numero impressionante, visto che la sede di RAIDO era pressochè stracolma. La fila per entrare, infatti, assomigliava più a quella delle Poste, ma tant’è. Le spine hanno lavorato a pieno regime e le ugole dei presenti non si sono risparmiate. Com’è buona abitudine per i camerati.

 Grazie, ovviamente, a Federico Goglio “Skoll” per averci regalato quasi tre ore di musica, parole e versi straordinari ed a Cristina per la presentazione e la mano nell’organizzazione. Grazie a tutti quelli che il concerto se lo sono dovuti ascoltare da fuori, perchè la sala era piena, come Pietrangelo Buttafuoco e come i tanti militanti di RAIDO che hanno ceduto il loro posto all’interno. E poi… grazie al vicinato che, nonostante tutto, non ha chiamato le forze dell’ordine per denunciare un rumoroso assembramento che arrivava sino in strada!

A breve arriverà la recensione completa dell’evento. Intanto, per la giornata di ieri in cui ricorreva anche il 31esimo anniversario del martirio di Bobby Sands, non ci resta che salutarvi con un augurio di lotta e vittoria, affinchè le parole e i versi di ieri si trasformino nell’ “oratoria dei fatti” che cambia gli uomini ed il corso della storia. Perchè, come ci ha ricordato ieri Skoll, “Questo mondo non basta” !

In alto i cuori !