Comunità Militante Raido

Precisazioni necessarie

Ci dispiace dover constatare come, sempre più spesso, presso alcuni ambienti del variegato mondo della “Destra Radicale”, ci si appropri con eccessiva leggerezza di proposte e progetti altrui….peccando di stile e, quantomeno, di originalità.
E’ il caso, per quel che ci riguarda, del ‘Fronte della Tradizione‘, forse, da taluni recepita – in buona fede…? – solo come un’efficace combinazione linguistica, di cui è possibile disporre senza colpo ferire. Così non è.
Ovviamente, non è nostra intenzione affermare che il concetto di ‘Tradizione’ è un’esclusiva di chicchesia, visto che siamo ben lieti quando un singolo o un gruppo decide di richiamarvisi attivamente e coerentemente, o che qualcuno possa sindacare sull’uso che ne fa una data realtà militante/culturale/metapolitica.
Tuttavia, essendo il ‘Fronte della Tradizione’ un progetto che esiste almeno dal 1979, anno di fondazione del gruppo siciliano di Heliodromos che per primo ha elaborato il progetto recante questo nome ed essendo Raido, così come altre realtà, parte attiva dello stesso, riteniamo opportuno difenderne l’utilizzo dalle arbitrarie intenzioni di chiunque. Arbitrarie, in quanto relative all’utilizzo di una sigla già esistente e che da molti anni, lo ripetiamo, opera attraverso il sacrificio e l’impegno di tanti militanti.
Pertanto, chiarito che il il FdT è e rimane un coordinamento di realtà e singoli che in tutta Italia agisce per la diffusione della visione del mondo tradizionale, attraverso l’organizzazione di iniziative militanti dirette a tale scopo, diffidiamo chiunque ne faccio un uso improrpio e indiscriminato.
Speriamo che coloro i quali, in buona fede, non abbiamo tenuto in debito conto quanto sopra, traggano le logiche conseguenze e, cameratescamente, si adeguino alle nostre ‘precisazioni necessarie’.