“Adriano Romualdi. L’uomo, l’opera e il suo tempo”

Adriano Romualdi. L’uomo, l’opera e il suo tempo

Editore: Settimo Sigillo

Autore: Sideri Rodolfo

Pagine: 158

Anno: 2012

Il libro: A quarant’anni dalla tragica morte, il pensiero eretico e politicamente scorretto di Adriano Romualdi viene esaminato in tutta la complessità delle sue articolazioni, in modo da offrirne un panorama completo, finora mancante nella pur vasta letteratura sul neofascismo. Il pensiero romualdiano viene ripercorso, attraverso l’esame di tutta la sua vasta bibliografia, sia per inserirlo nel suo contesto storico, sia per individuare quelle linee che, nel panorama desertifictao delle culture politiche, sono ancora in grado di offrire una chiara e coerente concezione del mondo, visto da Destra. L’Europa-Nazione, la ricerca delle radici indoeuropee, l’interpretazione del Fascismo come Rivoluzione Conservatrice, l’idea di uno Stato nuovo e del valore della cultura come forza prepolitica, sono certamente risposte che Romualdi forniva ai problemi del suo tempo, ma costituiscono ancora, per chi vuole mantenere una vigilanza critica sulle tendenze del mondo moderno, un utile strumento interpretativo. Uno strumento forse troppo tagliente per le coscienze appiattite sulla dimensione del politicamente corretto, ma che è comunque utile proporre anche perchè, come scriveva Romualdi, “sarebbe veramente imperdonabile lasciarsi sfuggire la soddisfazione di attirare contemporaneamente l’incomprensione degli sciocchi e l’ira degli imbecilli”.

Prezzo: €15.00

ACQUISTA QUI la tua copia