Novità dagli scaffali

MISTERI ANTICHI E PENSIERO VIVENTEMisteri Antichi e Pensiero vivente

Titolo completo: Misteri antichi e pensiero vivente

Autore: Stefano Arcella

Anno: 2016

Pagine: 238

Il Libro: 

Il legame tra il mito e la vicenda dell’anima umana era ben presente nella coscienza degli Antichi. Il pensiero vivente si realizza nella Concentrazione, nella Meditazione e nella Contemplazione. 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

L’IDEOLOGIA TRIPARTITA DEGLI INDOEUROPEI L'ideologia tripartita degli indoeuropei

Titolo completo: L’ideologia tripartita degli indoeuropei

Autore: Georges Dumezil

Pagine: 142

Anno: 2003

Il Libro: 

La struttura fondamentale del pensiero religioso e sociale delle popolazioni sviluppatesi dalla comune radice indoeuropea (indiani, persiani, greci, romani, germani, celti) consiste nella tripartizione funzionale in Sacerdoti, Guerrieri e Contadini. Questa suddivisione sociale è anche lo specchio di un’armonia divina, in cui gli stessi dèi sono così suddivisi, classificati e diversamente adorati. Ciò significa che l’aspetto socio-politico è correlato dalla dimensione mitico-religiosa e che il mondo del divino diviene l’archetipo che dà la forma a tutta la società degli uomini. Secondo studi di linguistica e filologia comparata, sono emerse diverse corrispondenze all’interno del vocabolario delle antiche lingue indoeuropee: prababilmente è esistita una civiltà comune alle diverse popolazioni ariane. Si tratta di termini relativi al culto, ai riti e alla religione, trasmessi attraverso i secoli dai sacerdoti e comuni a tutte le popolazioni indoeuropee, dall’India all’Irlanda. 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

IL DIAVOLO CAMMINA DIETRO DI NOI Il diavolo cammina dietro di noi

 

Titolo Completo: Il diavolo cammina dietro di noi

Autore: Fernand Costabrava

Anno: 2008

Pagine: 192

Il Libro:

L’equilibrio narrativo che caratterizza, capitolo dopo capitolo l’intera opera, rispecchia una memoria solida nel fissare gli eventi e una partecipazione straordinariamente consapevole dell’adolescente di allora. l’autore del presente testo, parti’  volontario compiendo una scelta ben precisa che gli lascerà assieme al tatuaggio sul braccio, un segno indelebile nell’animo. Il suo reinserimento tutt’altro che facile al ritorno dalla guerra, non gli impedirà di mantenersi fedele, giorno dopo giorno, nell’arco della sua esistenza, ai principi che l’avevano spinto ad arruolarsi ed al comosso ricordo dei caduti. Si avverte in tutta la narrazione, il desiderio potente di lasciare una testimonianza per riscattare la dignità di tanti guiovani che, la “bassa ragion politica” ha voluto rappresentare negativamente. Uno dei racconti più coinvolgenti riguardo la Divisione “Charlemagne” delle Waffen-SS.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

 

VALORI CORPORATIVI I valori corporativi

Titolo Completo:  Valori Corporativi

Autore: Rutilio Sermonti

Anno: 1984

Pagine: 180

Il Libro:Una guida chiara al corporativismo, al di là delle disinformazioni e delle aprioristiche denigrazioni.
Una proposta organica per una “terza via” non velleitaria, collaudata dalla storia e sollecitata dalle esigenze della società contemporanea.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

MISTERI E SEGRETI DEL B’NAI B’RITHMisteri e segreti del B'Nai B'Rith

Titolo Completo: Misteri e segreti del B’nai B’rith. La più importante organizzazione ebraica internazionale.

Autore:  Ratier E.

Anno: 1999

Pagine: 354

Il Libro: Il B’nai’ B’rith, che in ebraico vuol dire “figli dell”Alleanza” è stato fon­dato negli Stati Uniti nel 1843. È riservato esclusivamente agli israeliti. Oggi conta più di 500.000 fratelli e sorelle come affiliati, in una cinquantina di paesi. L’elite internazionale delle varie comunità giudaiche, da Sigmund Freud ad Albert Einstein, ne è stata o ne è membro. Si tratta certamente della più antica, più diffusa e senza dubbio la più influente organizzazione ebraica internazionale. Per esempio è stato il B’nai B’rith che ha ottenuto il riconoscimento dello Stato d’Israele da parte del presidente americano Harry Truman. È stato sempre il B’nai B’rith che è riuscito ad ottenere dalla Chiesa Cattolica il cambiamento del suo insegnamento bimillenario, a pro­posito del giudaismo, nel Concilio Vaticano IL
Nel 1905, Jacob Schiff, banchiere americano e alto responsabile del B’nai B’rith affermava: “Se lo Zar non vuole dare al nostro popolo la desi­derata libertà, allora una rivoluzione instaurerà una repubblica tramite la quale si otterranno quei diritti”. Dodici anni dopo, nel 1917, la rivoluzione bolscevica sconvolgeva la Russia espandendo la sua influenza nel mondo intero, e lo stesso Zar veniva trucidato assieme alla sua famiglia.
In Italia, per non citare che dei fatti recenti, è stato il B’nai B’rith ad inter­venire affinché il sindaco di Roma Rutelli non intitolasse una via della capita­le a Giuseppe Bottai (Ministro della Pubblica Istruzione sotto il fascismo). Il B’nai B’rith è intervenuto affinché nelle scuole italiane si studiasse “meno Manzoni e più Primo Levi”, secondo le parole dell’allora presidente del Consi­glio Giuliano Amato. Nell’agosto del ’94 Silvio Berlusconi, all’epoca capo del governo, dovette scusarsi con Abraham Foxman (direttore dell’A.D.L.) per una dichiarazione del suo ministro Mastella, che insinuava che fosse stata la reazione della lobby ebraica americana a determinare la caduta della lira sul mercato internazionale.
Questa Organizzazione che ricalca l’organizzazione massonica è per lo più sconosciuta al grande pubblico, ma ha esercitato, ed esercita tuttora, un’influenza enorme sugli avvenimenti mondiali. Misteri e segreti del B’nai B’rith è la prima inchiesta indipendente ad esso dedicata nel mondo intero. Essa contiene moltissimi documenti inediti ed è quindi un libro esplosivo, in grado di rispondere alle domande che ogni cittadino ha il diritto di porsi.

 PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

STORIA EBRAICA E GIUDAISMO Storia ebraica e giudaismo

Titolo Completo: Storia ebraica e giudaismo. Il peso di tre millenni.
Autore: Shahak I.
Anno: 1997
Pagine: 256
Il Libro: Israele come stato ebraico costituisce un pericolo non solo per se stesso e per i suoi abitanti, ma per JL tutti gli ebrei e per tutti gli altri popoli e stati del Medio Oriente e anche altrove”. Con queste parole Israel Shahak, un ebreo israeliano nato in Polonia, deportato a Belsen e residente in Israele da oltre quarant’anni, intraprende uno studio avvincente e insieme provocatorio per dimostrare fino a che punto lo Stato laico di Israele è uno stato dotato dall’ortodossia religiosa di una natura odiosa e potenzialmente funesta. Mentre il fondamentalismo mussulmano è disprezzato in Occidente, quello ebraico passa largamente inosservato: il giudaismo classico viene adoperato per giustificare la politica israeliana che è razzista, totalitaria e xenofoba proprio come l’antisemitismo della peggior specie. In nessun luogo si può vedere questa attitudine più chiaramente che nel comportamento degli ebrei verso i popoli “gentili” di Israele e del Medio Oriente. Shahak basa il suo studio sul Talmud e sulle leggi rabbiniche e sostiene che bisogna capire le radici dello sciovinismo e del fanatismo religioso ebraico prima che sia troppo tardi. Israel Shahak giunse in Palestina nel 1945. Professore di chimica organica in pensione, ha combattuto tutta la vita per i diritti umani scrivendo in ebraico e in inglese sui vari aspetti del giudaismo.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!! 

DECIMA! GLI ENNEPÌ SI RACCONTANO Decima! Gli Ennepi si raccontano

Titolo Completo: Decima! Gli ennepi si raccontano.

Autore: Sergio Bozza

Anno: 1997

Pagine: 292

Il Libro:In questo libro 40 “NP” narrano 70 episodi vissuti come soldati d’Italia come ragazzi dell’epoca. Molti suoi marò furono paracadutati o infiltrati, oltre le linee del fronte, al fine di cercare informazioni e sabotare le risorse militari avversarie. Per gli incursori, che operavano in borghese, la cattura significava la fucilazione per quelli in divisa qualche volta, venivano considerati prigionieri di guerra e se la cavarono.

Sergio Bozza, nato a Portogruaro (Ve) nel 1929, sull’esempio del fratello maggiore si arruola volontario nell GNR, e poi nella “Decima”; con gli NP (nuotatori paracadutisti) combatte sul Senio. È stato prigioniero degli inglesi in Algeria. Dopo la guerra si trasferisce a Milano, dove vive tuttora, e diventa perito in infortunistica stradale nel settore delle assicurazioni.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!! 

CON ONORE PER L’ONORE – L’ORGANIZZAZIONE MILITARE DELLA RSI Organizzazione militare della RSI

Titolo Completo:  Con onore per l’onore. L’organizzazione militare della RSI.

Autore: Giuseppe Rocco

Anno: 1998

Pagine: 234

Il Libro:L’Autore, già ufficiale della Guardia Nazionale Repubblicana, intende fornire al Forze Armate della Repubblica Sociale. Dopo bervi cenni sulla nascita del nuovo Stato Fascista, in seguito alla fuga del Re e del governo nella notte del’8 settembre 1943, sono ricordate una per una le formazioni. Vengono passati in rassegna L’Esercito, la Marina, la Decima, L’Aeronautica, la Guardia nonché le formazioni ausiliarie.
Giuseppe Rocco, Motta di Livenza (Tv) 1920 – Sondrio 2003. Volontario nella GNR viene destinato alla Valtellina, una seconda patria. Un’esistenza da uomo coerente, impegnato, raggiunta l’età della pensione ha potuto dedicarsi alla sua più grande passione: testimoniare con gli scritti le vicende della RSI di cui era stato protagonista e che conosceva grazie all’attività di accurato ricercatore. Da anni era impegnato alla ricerca dei caduti della RSI per riportarli in patria ai propri familiari. Aveva anche un’altra passione, la Rivoluzione Francese e in particolare un argomento che pochi conoscono, la rivolta vandeana, un esauriente testo documentato ed esauriente, dal titolo “La Vandea – fra cronaca e realtà”.

 PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

PER AMOR DI PATRIA Per amor di patria

Titolo completo:  Per Amor di Patria. Storia della Repubblica Soziale Italiana.

Autore: Antonio Leggiero

Anno: 2007

Pagine: 127

Il Libro:

Il volume si prefigge di contribuire a far conoscere la storia o, per meglio dire, le storie che videro protagonisti quei soldati sfortunati che effettuarono una scelta difficile (qualcuno dice sbagliata), ma anche ausiliarie e civili che, quando oramai tutto era perduto, decisero, con tragica consapevolezza, di andare incontro al loro destino, nella speranza di riscattare con il proprio sangue l’ignominiosa tragedia che aveva colpito il popolo italiano. Perchè si possa sentire anche l’altra versione della storia e non soltanto quella addomesticata dei vincitori. dà la parola ai diretti protagonisti delle vicende, facendo narrare in prima persona i fatti che li videro partecipi, con la narrazione delle proprie verità, sempre taciute e spesso stravolte.
Con illustrazioni nel testo.

 PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

CIRCOLARI E MANIFESTI Circolari e manifesti

Titolo Completo: Circolari e manifesti.

Autore: Codreanu C.Z.

Pagine: 231

Il Libro: Cadrebbe in grave errore chi, per un riflesso semplicistico, includesse quest’opera fra la “letteratura minore” dedicata al fenomeno legionario romeno. Al contrario, pochi testi ci appaiono più illuminanti di questo che definiremmo quasi un vademecum dello stile e della dottrina della Guardia di Ferro. Raccolta di testi sparsi fra il 1927 e il 1938, Circolari e manifesti è, innanzitutto, una miniera di dati sulle attività della Legione. (…) Ma se indubbio è il valore documentario pratico del testo, non meno trascurabile ne è l’aspetto di specificazione di una mentalità, di uno stile, di un modello – collegati all’ideale di “rivoluzione interiore” del movimento legionario e al tentativo di creare attraverso di esso un uomo nuovo. (Marco Tarchi, “Linea”, 15-30 novembre 1980)

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!

IL CAPITANO Il capitano di Ion Banea

Titolo Completo: Il capitano

Autore: Ion Banea

Pagine: 125

Il Libro: 

Questo libro di Banea venne originariamente pubblicato dall’ufficio propaganda del movimento legionario al fine di alimentare la popolarità della figura di Codreanu; descrivendone l’itinerario esemplare, dall’infanzia all’ingresso in Parlamento, passando per le lotte studentesche e le detenzioni carcerarie, il testo rientra in un genere letterario che caratterizzò un periodo avido di personalità carismatiche da contrapporre allo squallido grigiore delle classi dirigenti. Il libro di Banea proponeva quindi al suo pubblico, con questa biografia del Capitano, un modello esemplare, un modello da cui spirava quel tipico stile di vita legionario che si tradusse in una milizia politica fatta di dedizione totale. Il libro non ambisce ad essere qualcosa di più di un documento. Ma si dà il caso che esso costituisca, se si esclude il libro autobiografico dello stesso Codreanu, l’unica biografia del Capitano della Guardia di Ferro attualmente disponibile. (“Aurora”, 26, maggio-giugno 1995)
 
PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!!