Ritorno a Camelot 2016 – La recensione del Cuib Femminile di Raido

revine-ritorno-a-camelotLe rive di un lago azzurro circondato dalle montagne sono state lo splendido scenario di Ritorno a Camelot 2016 che si è svolto a Revine lo scorso week end. Sono, infatti, trascorsi già cinque anni da quell’arrivederci del 2011 ed abbiamo mantenuto fede alla promessa di ritornare appunto in questi luoghi prendendo parte ad un evento che come correttamente riportano gli organizzatori del VFS, rappresenta sicuramente un momento importantissimo. Importante per tutto il movimento europeo, skinhead in primis, ma in realtà giungono nella “terra di Camelot” camerati anche di altre realtà politiche, perché Camelot è terra di confronto, di collaborazione, approfondimento, musica e perché no anche di momenti di sana goliardia.

Quest’anno la partecipazione della Comunità Militante di Raido, dopo la bella tavola rotonda militante di cinque anni fa, ha assunto ancora di più questa forma di sinergia in quanto ha raccolto l’invito da parte delle ragazze del Veneto Fronte di svolgere il ritorno del contest culinario “Fornelli Bollenti” proprio qui in questo luogo ideale. “Fornelli Bollenti”, un appuntamento che vede entrambi le Comunità sfidarsi in ambito culinario, è solo una delle tante iniziative intraprese nel corso di questi anni, che vede collaborare le ragazze del Cuib Femminile di Raido e quelle del Veneto Fronte Skinheads. Questa volta però l’agonismo é stato messo da parte a favore di una sinergia collaborativa tra le ragazze romane e venete nella realizzazione di un pranzo solidale il cui ricavato verrà devoluto a sostegno delle famiglie colpite dal recente sisma nel centro Italia.

Ritorno a Camelot ha rappresentato quindi l’opportunità per rinsaldare un legame cameratesco tra le nostre Comunità ed ha offerto anche l’opportunità di ritrovarsi a casa, anche se formalmente distanti centinaia di kilometri dalla nostra sede, ed è una occasione ormai rara di questi tempi. Per questo, anche questa volta ci si è salutati con un “Arrivederci a Roma” con il desiderio di contraccambiare l’ospitalità del VFS e la volontà di vedere anche un a volta insieme entrambi le Comunità impegnate in un progetto Comune.

Cuib Femminile di Raido