Strage Berlino, Amri consumatore abituale di cocaina: i risultati dell’autopsia

berlino strage isis terrorismo
I terroristi del Daesh non sono ‘islamici’. Sono assassini cocainomani, come nella più occidentale delle trame.

(www.repubblica.it) – 11/03/2017 – Le analisi tossicologiche sul terrorista tunisino ucciso a Sesto San Giovanni hanno evidenziato l’uso frequente di stupefacenti. Ma non è possibile stabilire se fosse drogato il giorno dell’attentato.

Anis Amri, il terrorista tunisino autore della strage di Berlino, ucciso in un conflitto a fuoco con due poliziotti il 23 dicembre a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, faceva uso abituale di cocaina e hashish. Non aveva assunto droghe il giorno in cui è morto, ma non si può escludere che il giorno della strage non fosse sotto l’effetto di droghe. Sono questi gli esiti dell’autopsia e degli esami tossicologici sul corpo del terrorista disposti dalla procura di Monza, che sta svolgendo le indagini sulla sparatoria con i due poliziotti, in cui era rimasto ferito l’agente Cristian Movio.