(Geo)Politica, Articoli

Non fate… Casini con le banche!

E’ stata istituita la Commissione d’inchiesta bicamerale sul sistema bancario. Presidente: Casini. Non fa già ridere così?

(www.rischiocalcolato.it) – 02/10/2017 – E’ nata la Commissione d’inchiesta bicamerale sul sistema bancario, evviva! Ma invece che festeggiare, l’Italia si indigna. Che covo di gufi. Si sa, in questo Paese gli organi parlamentari d’inchiesta sono un po’ come la partita a carte quando nel weekend c’è brutto tempo: avevi messo in preventivo una bella escursione ma, siccome diluvia, una partita a scala 40 finché non spiove è la morte sua, buona per tutte le stagioni. Solitamente non portano alcun risultato ma garantiscono titoli sui giornali, curriculum a chi ne fa parte e, soprattutto, la sensazione rituale di coscienza ripulita rispetto a vicende che, si sa, resteranno archiviate nell’ombra, almeno nei loro risvolti più inconfessabili, vedasi le stragi più o meno di Stato. Quindi, appare quantomeno fuori luogo e degno di miglior causa lo sdegno che viene riversato su questa nuova pantomima: una in più, una in meno, la Repubblica saprà sopportare nella sua immensa pazienza.

Tanto più che nel caso di specie, non ci troviamo nemmeno di fronte a una parvenza di dissimulazione, il fatto che questa Commissione non servirà a un cazzo è ontologico e statutario: la prima relazione al Parlamento dovrà essere consegnata fra sei mesi, mentre quella finale fra un anno. Ovvero, non solo in sei mesi i commissari saranno chiamati a far luce su una ventina d’anni almeno di intreccio perverso fra banche, politica e sistema economico-industriale ma, ammesso che riescano (e vogliano) a cavare qualche ragno dal buco, il risultato sarà utile quanto la carta igienica, visto che potenzialmente verrà consegnato a un Parlamento con le Camere già sciolte per il voto di primavera. Il compromesso perfetto: specchietto per le allodole ideale per l’opinione pubblica ma, di fatto, utile alla reale risoluzione del problema quanto un’opinione di Roberto Saviano per i destini dell’umanità.