Articoli, Comunità Militante Raido, Consigli per gli acquisti, In evidenza, Recensioni

Essere Comunità – 04/11/17 (recensione)

affissione essere comunità raido

Lo scorso 4 Novembre, la sede di Raido ha ospitato Marco Scatarzi, responsabile di Casaggì Firenze, che ha presentato, in una presentazione-intervista a tutto tondo, il suo libro Essere comunità. Orientamenti per il militante identitario” edito da Passaggio al Bosco edizioni.

essere-comunita-marco-scatarzi-passaggio-al-bosco

Comunità Militante. Un appellativo che di recente ha avuto un “ritorno di fiamma” nel linguaggio dell’ambiente politico della cd ‘destra radicale’. Il che sarebbe positivo, se alle parole seguissero i fatti: ad un gruppo non basta dirsi Comunità per esserlo infatti.


Edito dalla neonata “Passaggio al Bosco” – iniziativa militante, ma senza paura di confrontarsi, in un’ottica rivoluzionaria di contropotere, con l’editoria di professione – Essere Comunità, ispirato, tra l’altro, anche dal secondo quaderno del Militante della Tradizione, nasce proprio dall’esigenza di fornire un sicuro strumento per le aspiranti comunità e per i singoli militanti, mettendo nero su bianco concetti che forse l’ambiente ha dato per scontati e, perciò, omesso di testimoniare e spesso disatteso nella pratica.

Il libro, che in tutta Italia sta riscuotendo successo, risponde a molte domande: Che cos’è una comunità militante? Come opera? Da quali principi è ispirata la sua azione? Davanti ad un pubblico giovane e militante, Scatarzi ha fatto chiarezza su molti di questi interrogativi.

essere comunità marco scatarzi 2In un mondo che tende a disgregare tutte le strutture sociali, a dividere gli uomini, degradati ad individui, in atomi neppure più capaci di comunicare e condividere esperienze tra di loro, la Comunità è per il militante il nido (cuib) dove coltivare la propria persona, attraverso l’azione quotidiana e impersonale ispirata ai principi Tradizionali: Onore e Fedeltà, Coraggio e Sacrificio, Verità e Giustizia.

Una scuola di capi, dove veicolo dello Stile e dei Valori è sempre e solo l’esempio, e non le chiacchiere. La casa del confronto, schietto, virile, tra camerati, del sostegno al fratello ferito dalla sventura e del raccoglimento.

Non una semplice comitiva di amici che condividono un’opinione politica. A fare da cemento non è, infatti, la mera simpatia, ma l’appartenenza  ad un Fronte, il riconoscimento di un Centro, di un ‘terzo elemento’:  l’Idea, la stessa  Visione del Mondo.

Ma la Comunità è anche l’unità operante chiamata ad agire nel ‘mondo esterno’, testimoniando la Tradizione, conquistando spazi e reclutando le “anime armate” che combatteranno sul Fronte dello Spirito. Come ha sottolineato l’autore, la politica non è il fine, ma strumento di cui la Comunità si deve servire. Quante volte, invece, abbiamo visto gruppi diventare schiavi dello strumento e perdersi nel misero orizzonte della politica orizzontale, se non in quello dei partiti e delle poltrone?

affissione essere comunità raido 2

Tante quante le volte in cui giovani energie dei militanti sono state risucchiate ed esaurite da “capi-vampiri” che di loro si sono serviti, anziché servirli – trasmettendo loro una visione più alta della milizia politica – spegnendone così  la fiamma.

A questi personaggi, Scatarzi ha contrapposto la figura luminosa del Capo della Comunità: colui che incarna di più i principi tradizionali. Egli è naturalmente e spontaneamente riconosciuto, senza bisogno di elezioni di alcuna sorta: è Gerarchia, non democrazia.


In conclusione, in un mondo sempre più liquido, dove impera l’ideologia del medesimo, che schiaccia le differenze e livella le identità, dove l’ultima involuzione dell’uomo è quella di essere “utente digitale” e mero “consumatore”, dove non sono concepiti rapporti al di fuori del ‘do ut des’ e del ‘contratto sociale’, dove non esiste dono ma solo interesse, la Comunità è un’ottima opportunità per l’uomo di ribellarsi a tutto ciò, costruendo una struttura fondata su presupposti completamenti opposti alle menzogne del mondo moderno, sulle fondamenta solide e antiche dei principi della Tradizione.

essere comunità marco scatarziE il libro di Marco Scatarzi è un ottimo punto di partenza per costruire, concretamente, una alternativa al mondo moderno.

Le nostre attività proseguono: l’11 novembre vi aspettiamo a Bari, dove presenteremo “Appello ai giovani europei” e il 18 novembre a Catanzaro, quando presenteremo “Indirizzi per l’Azione Tradizionale”.

In alto i cuori!