Americani e bavosi lecchini… come mai succede questo?

Nei “civilissimi USA, quelli che devono esportare democrazia e modelli, quella della libertà e dell’uomo che torna se stesso, contro ogni totalitarismo”, insomma in questa feccia di paese ogni mese arriva un ragazzino esasperato che si arma di un mitra, entra a scuola e comincia ad ammazzare i compagni di classe. Anche questo è colpa dell’Iran, della Corea del Nord e della Siria, cari Americanisti? O sarà forse una civilizzazione senza più alcuna dimensione spirituale, persa tra modelli di criminali superfichi e biondone ossigenate con le tette piene di plastica, che si droga di MTV e politiche contro l’Identità?

(repubblica.it) – 23.01.2018 – “Ci sono due morti e 19 feriti, di cui 14 da arma da fuoco”. Ad aggiornare il triste bilancio della sparatoria avvenuta questa mattina alla Marshall County High School, scuola di Benton, nello Stato del Kentucky, negli Stati Uniti, è il governatore Matt Bevin. L’aggressore è stato arrestato: si tratta di uno studente di 15 anni che è stato riconosciuto dalle telecamere di sorveglianza. Lo stesso governatore ha parlato di “feriti” e ha invitato a trattare con cautela le informazioni che giungono dalla scuola. “Una tragedia tremenda, molto è ancora sconosciuto”, ha scritto. Jody Cash, detective della polizia del Kentucky, ha confermato alla Cbs che “la situazione è sotto controllo e un sospetto è stato fermato”.

Sul caso sta indagando anche l’Fbi. L’aggressore avrebbe agito da solo e la polizia “non ha motivo di pensare che ci siano dei complici”.

La scuola di Benton, un paese di poco più di 4mila abitanti, accoglie un migliaio di studenti tra i 10 e i 12 anni che arrivano da tutti i comuni della contea di Marshall.

Un imprenditore della zona, la cui attività si trova vicino alla Marshall County High School, ha raccontato di aver visto un centinaio di ragazzi fuggire dalla scuola e correre lungo l’autostrada. Mentre correvano urlavano e piangevano.