Articoli, Attualità

Cronache da fine del mondo: Finlandia, un uomo transgender partorisce un figlio

Questa è la storia di un/una finlandese, che si è sottoposto a terapia ormonale a base di testosterone e nel 2015 ha cambiato legalmente genere da donna, appunto, a uomo. Non contento/a del cambio di sesso, però, ha pensato bene di tornare a mescolare un po’ le carte e confondere ulteriormente la sua identità sessuale, evidentemente non abbastanza liquida. Così, dopo una gravidanza, ha partorito un figlio, peraltro in ottima salute. Ovviamente, la coppia di neogenitori ha dichiarato di volere crescere il bambino in modo neutro dal punto di vista del genere.

(www.ilgiornale.it) – 07/04/2018 – Uomo transgender partorisce: scoppia la bufera in Finlandia.

Per la prima volta in Finlandia, un uomo transgender ha concepito un figlio.

“Al momento della nascita, il bebé pesava 4 chilogrammi ed era lungo 53 centimetri”, ha raccontato alla testata locale Lannen Media l’uomo, che si è sottoposto a terapia ormonale a base di testosterone e nel 2015 ha cambiato legalmente genere da donna a uomo. La sua identità non è stata resa pubblica per proteggere la famiglia. Il caso sta suscitando polemiche nel Paese, perché la legge finlandese richiede che per registrare il cambio di genere da donna a uomo sia provata “l’infertilità”.

L’uomo, 30enne, aveva invece cambiato il proprio genere prima di sottoporsi all’operazione per completare la transizione fisica, e aveva poi deciso di annullare quest’ultima per tentare la gravidanza con il marito. I medici finlandesi ritengono i pazienti transgender non più fertili quando la cura di testosterone sia stata condotta per un lungo periodo. In questo caso la coppia aveva deciso di sospendere la cura ormonale e dopo un anno il ciclo mestruale era ritornato.

“Vogliono che la società mi dica cosa fare con il mio corpo e la mia vita? Nulla può fermarmi. Sono un uomo libero”, aveva dichiarato l’uomo al giornale finlandese Helsingin Sanomat durante la gravidanza. I medici temevano che la precedente cura ormonale potesse condizionare l’esito della gravidanza, ma non sono stati riscontrati problemi. La coppia ha dichiarato di volere crescere il bambino in modo neutro dal punto di vista del genere. Negli ultimi anni, le organizzazioni in difesa dei diritti umani hanno criticato la Finlandia, unico Paese del Nord Europa a richiedere l’infertilità per permettere il cambio di genere. In questo caso, verso il primo caso di una gravidanza maschile la autorità hanno assunto un atteggiamento flessibile, garantendo al genitore il congedo di paternità. Il caso non è il primo al mondo, ma le gravidanze delle persone transgender restano rare. Tra esse, nel 2008 un uomo americano che era nato donna aveva dato alla luce una bambina, prima di sottoporsi all’operazione chirurgica per cambiare sesso.