Cortocircuito “social”: Youtuber ‘censurata’ fa strage di dipendenti nella sede del portale.

Strano paradosso. Una YouTuber (ovvero colei che si guadagna da vivere con le visualizzazioni dei suoi video su YouTube) vegana e animalista, quindi pacifista, esasperata dall’eccessiva censura di YouTube verso i suoi video, organizza e realizza una tentata strage nella sede del colosso web dei video gratuiti. Quando la realtà sconfina tragicamente nel virtuale, e viceversa, assistiamo a episodi come questo. Triste narrazione di una esistenza dove il limite fra il vero e il falso, tra il bene e il male, è tutto in un click.

(www.ilmessaggero.it) – 10/04/2018 – California, assalto a YouTube: a sparare prima di togliersi la vita la youtuber Nasim Aghdam

E’ una youtuber la donna che ha sparato nel quartier generale di Youtube ieri a San Bruno in California: secondo le prime indagini, la vlogger vegana, Nasim Aghdam, 38 anni, che poi si è tolta la vita, era esasperata perché i suoi video venivano oscurati , la donna che ha fatto irruzione era la youtuber 38enne Nasim Aghdam.

Secondo quanto riferiscono i media americani, la donna che ha sparato la 38enne californiana di origine iraniana voleva colpire il fidanzato quando ha fatto irruzione negli edifici dove ha colpito tre persone prima di suicidarsi. Diversa la versione rilasciata dal padre al Bay Area News Group, secondo il quale la figlia era arrabbiata con la compagnia perché aveva smesso di pagarla per i video che postava sulla piattaforma. L’auto della donna è stata trovata nei pressi della sede di Youtube.

Poco più un anno fa, ha ricordato la Nbc, la vlogger aveva protestato con Youtube  con un video per l’oscuramento del suo canale che aveva così fatto segnare meno visite.