Novità dagli scaffali

IL BARONE UNGERN

Titolo completo: Il barone Ungern. Vita del Khan delle steppe

Autore: Leonid Juzefovic

Anno: 2018

Pagine:  293

Il libro:

Chi era Unger Khan, che i mongoli consideravano il Dio della Guerra? Il generale “bianco” che combatté i bolscevichi in Estremo Oriente sino all’ultimo, finché venne sconfitto e fucilato dopo un processo farsa? Il barone Roman Fédorovic von Ungern-Sternberg (1886-1921) era un nobile baltico di religione buddhista dalle tendenze mistiche, che si riteneva investito di una missione provvidenziale: riconquistare l’Occidente partendo dal cuore della Mongolia. Intorno alla sua figura è fiorita tutta una leggenda a livello popolare, romanzi, fumetti, giochi di ruolo, a riprova di come le personalità eccezionali, nel bene e nel male, si circondino di un alone mitologizzante che avvince, nonostante gli anni e il tempo che passa. Ossendowski con Bestie, uomini, dei (1922) ha impedito che la Storia lo inghiottisse e lo annullasse, facendolo diventare un simbolo tra realtà e leggenda, “l’ultimo degli antibolscevichi”, come lo definì Julius Evola nel 1938. Leonid Juzefovic, in questa prima vera biografia storica, ricostruisce dettagliatamente la vita avventurosa, la vocazione alla guerra, le battaglie, le idee e la morte di questo eroe sui generis dell’antibolscevismo, pubblicando anche i verbali del processo a suo carico e della fucilazione, a opera dei comunisti.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

LE PORTE DI FUOCO

Titolo completo: Le porte di fuoco. L’epico romanzo della battaglia delle termopili.

Autore: Steven Pressfield

Anno: 2000

Pagine: 450

Il Libro:

Xeone, arciere e scudiero dell’esercito del re spartano Leonida, unico sopravvissuto al massacro delle Termopili, viene ferito e fatto prigioniero. In un appassionante viaggio della memoria racconta al re Serse il saccheggio della sua città da parte degli Argivi, l’uccisione dei genitori, la fuga con l’amata e il suo apprendistato tra le schiere spartane. “Le porte di fuoco” intreccia eventi storici, una toccante storia d’amore e i misteri del mito facendo rivivere l’umanità, le passioni, i sentimenti degli antichi eroi.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

L’ULTIMO VOLO DELL’AQUILA

Titolo completo: L’ultimo volo dell’Aquila. Storia dell’ultima missione del tenente pilota Aristide Sarti del 2° Gruppo Caccia dell’ A.N.R.

Autore: Carlo Origgi

Anno: 2017

Pagine: 193

Il libro: Il 31 gennaio 1944 Aristide Sarti chiese di essere arruolato volontario nell’ANR, ma prenderà servizio effettivo solo dopo qualche mese. Nel frattempo il 27 marzo 1944, si laureò in Economia e commercio all’Università di Bologna. Raggiunto l’obiettivo, Aristide poteva finalmente ritornare alla guerra. “Sono soldato, torno a fare il mio mestiere”. La politica sembrava un ricordo lontano, bisognava essere operativi, audaci, rischiare e, se necessario, pagare di persona, per i propri ideali, anche quelli più scomodi.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

MARTIRI D’IRLANDA

Titolo completo: Martiri per l’Irlanda. Bobby Sands e gli scioperi della fame.

Autore: Manuele Ruzzu

Anno: 2004

Pagine: 240

Il libro:

Viene ripercorsa la storia degli scioperi della fame attuati in Irlanda da esponenti del movimento repubblicano irlandese. L’analisi della figura di Bobby Sands, leader carismatico del digiuno messo in atto nel 1981 nel carcere di Long Kesh, indica con quanta e quale intensità i concetti di martirio e di sacrificio siano legati alla storia del repubblicanesimo irlandese e alla sua lotta di liberazione dal dominio inglese. Persone ordinarie diventarono, con la loro morte, icone da venerare, figure carismatiche da rispettare e vedere come punti di riferimento da generazioni e generazioni d’irlandesi. Ancora oggi, a più di venti anni dai fatti del 1980/81, gli irlandesi sono emotivamente coinvolti.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

IL MORSO CHE SPEZZA

Titolo completo: Il morso che spezza. I Ching: figure della Tradizione per sopravvivere alla modernità.

Autore: Alessandro Zanconato

Anno: 2018

Pagine: 166

Il libro:

L’I Ching, il grande Libro dei mutamenti, è un testo sacro usato a scopo divinatorio fin dagli albori della civiltà cinese. Le sue figure, che richiamano la ciclica e complementare armonia dei contrari, racchiudono quelle virtù metafisiche che ritroviamo anche in Confucio e Lao Tse. L’autore ne offre una versione inedita, affrontando gli esagrammi dell’oracolo dal punto di vista ermeneutico della Tradizione, secondo gli insegnamenti di Julius Evola e René Guénon.

Quest’opera – nemica della mercificazione new age – vuole essere un piccolo manuale della dissidenza spirituale per tutti quei Ribelli che hanno scelto di opporsi al vuoto pneumatico della modernità materialista, liquida e globale. La forza della conoscenza trascendente, con i suoi valori eterni e le sue radici profonde, diventa fonte di una rinnovata armonia tesa alla verticalità e alla scoperta di sé: è l’eco di una saggezza millenaria che giunge ad irrigare questo deserto morale con la forza impetuosa di un fiume in piena. Essa ci rammenta le più nobili prospettive di un Ordine interiore che non si limita alla calma e alla flessibilità, ma percorre il sentiero del combattimento e dell’azione. Perché, quando impera la canaglia, l’Uomo libero non attende tempi migliori: morde la vita e spezza le proprie catene.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

NON CHIAMATELI KAMIKAZE

Titolo completo: Non chiamateli kamikaze. Dai Cavalieri del vento divino ai tagliagole dell’Isis.

Autore: Daniele dell’Orco

Anno: 2017

Pagine: 302

Il libro: Negli anni successivi alla tragedia dell’11 Settembre uno dei termini più utilizzati dai media in occasione di nuovi attentati terroristici è stato kamikaze. Un chiaro esempio di metonimia fuorviante. Nella lingua giapponese significa Vento Divino, il leggendario tifone che si dice abbia salvato il Giappone dall’invasione mongola del 1281. Le formazioni suicide ideate dall’ammiraglio Takijir? ?nishi durante la Seconda Guerra Mondiale erano invece chiamate tokk?tai (Corpo Speciale d’Attacco) e per natura storica, antropologica, religiosa e bellica sono ben lontane dal concetto moderno di attacco suicida, specie di matrice islamica. Per gli integralisti sono shuhad?, testimoni della fede, mentre per i nipponici sono jibaku tero, terroristi autoesplodenti. Con lo scopo di mettere ordine nella percezione del fenomeno, il libro traccia un solco netto nella natura dei vari guerriglieri suicidi succeduti nel tempo.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

EURASIA – XLIX LA DANZA DELLE SPADE

Titolo completo: Eurasia – XLIX La Danze delle Spade

Direttore editoriale: Claudio Mutti

Anno: 2018

Pagine: 215

Il libro:

La danza delle spade eseguita da Trump e dai dirigenti sauditi ha celebrato la riconferma  che Roosevelt e Ibn Sa’ud stipularono nel 1945 a bordo della Quincy. Il vecchio patto si è rinsaldato nel comune impegno di Washington e Riyad contro l’influenza esercitata dall’Iran e contro le posizioni tenute dai suoi alleati. Palestina, Siria, Libano, Iraq, Yemen, sono i terreni in cui Arabia Saudita e Israle, alleati degli USA nella regione, cercano di opporsi all’influenza iraniana.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

LA MONETA ROMANA

Titolo completo: La moneta romana. Il suo restauro e il suo simbolismo.

Autore: Federico Filiè e Mario Polia

Anno: 2018

Pagine: 52

Il libro:

Il testo affronta principalmente il tema della moneta nel mondo antico (soprattutto a Roma), nei suoi aspetti culturali, simbolici e religiosi. Il mito di Giano e Saturno, la Roma divinizzata o la particolare iconografia dei tempi di Costantino sono soltanto alcuni degli approfondimenti attraverso i quali viene dimostrata la preminenza del religioso e del sacro all’interno della monetazione romana. René Guénon lo scrisse, la moneta ai tempi degli antichi poteva, come ogni creazione umana, fungere addirittura come strumento di meditazione e veicolo del sacro, sempre in funzione della qualificazione e delle capacità di ognuno. Questo agile e breve testo, ci ricorda ancora una volta come le società tradizionali del passato e specialmente Roma, abbiano mantenuto vivo in ogni aspetto della loro esistenza il legame con il sacro.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

LA RELIGIONE DEI ROMANI

Titolo completo: La religione dei romani

Autore: Renato Del Ponte

Anno: 2017

Pagine: 288

Il libro:

A venticinque anni di distanza esce la seconda edizione riveduta, corretta ed aumentata della “Religione dei Romani”, la cui prima versione (oggi esauritissima e ricercata) uscì nel 1992 per l’Editore Rusconi di Milano.

Venticinque anni possono essere molti o pochi a seconda della disciplina affrontata. Nel campo della storia delle religioni, ad esempio, per decenni si sono ripetute, anche da parte di validi studiosi, le stesse cose con minime variazioni. Tuttavia, come scrivevo nel 1992, grazie a straordinarie scoperte archeologiche effettuate nell ’ultima parte del ’900 da validi archeologi privi di paraocchi accademici, il discorso si è ampliato e, in un certo senso, semplificato, dal momento che buona parte della tradizione dei nostri antichi. confrontata coi residui documenti annalistici disponibili, è stata in gran parte confermata. Il cambio di mentalità a cui invitavo allora, quel mutamento interiore necessario a comprendere le costanti del mondo religioso romano hanno fatto il resto. Cadono i luoghi comuni che hanno avvilito per secoli le ricerche ed ecco che un Sergio Quinzio può sorprendersi se, leggendo il mio libro, ha potuto constatare la demolizione di quel luogo comune a lungo invalso, dal momento che i Romani furono gli autori di un originale, intenso e straordinario rapporto col divino”, e se un grande storico delle religioni orientali, come Pio Filippani Ronconi, ha potuto inserire questo mio lavoro all’interno di quei “nuovi orizzonti” che allora si aprivano, mutando “le prospettive secondo le quali la religione romana veniva considerata “.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!