Oh partigiano, portati via… l’incasso!

Una volta erano i partigiani quelli bravi a rubare galline e polli, a nascondersi e depredare le famiglie italiane di campagna. Erano loro i criminali da quattro soldi che commettevano reati tanto banali quanto vergognosi, per poi nascondersi sulle montagne, affamando il popolo e poi vantandosi di chissà quali meriti da ‘liberatori’. E invece oggi, imborghesiti e pieni di soldi, protagonisti dei salotti radical chic e delle tribune intellettuali, questi mascalzoni hanno perso le loro antiche ‘prerogative e qualità’, tanto che alla festa dell’unità (di cosa?!) si fanno rubare l’incasso da sotto il naso… ah, partigiano lestofante, sei finito molto male!

(www.torinoggi.it) – 07/06/2018 – Settimo Torinese, rubato l’incasso della Festa dell’Unità: 6700 euro. La denuncia del segretario metropolitano Pd Mimmo Carretta: “Si riparte con orgoglio e passione”.

Festa dell’Unità a Settimo Torinese rovinata da un furto. E’ di 6.700 euro l’incasso che i ladri sono riusciti a portarsi via nello sconcerto generale.

Verso la fine della manifestazione, i malviventi hanno fatto piazza pulita della cifra guadagnata durante le lunghe ore di lavoro di tutti i volontari addetti alla ristorazione.

“Tanta pena per questi schifosi che ieri notte hanno ripulito le casse della Festa dell’unità di Settimo”, ha denunciato il segretario metropolitano Pd Mimmo Carretta su Facebook. “Sono entrati in casa nostra e si sono portati via il frutto delle fatiche di tanti militanti. Oggi si riparte, con la pena nel cuore, ma si riparte con quell’orgoglio e quella passione che quattro balordi non riusciranno mai a portarci via”.