In memoriam | Julius Evola

11 Giugno 1974

“Vi sono malattie che covano a lungo, ma si palesano alla coscienza solo quando la loro opera sotterranea è quasi giunta a termine. Così è per la caduta dell’uomo lungo le vie di quella che egli glorificò come la civiltà per eccellenza. Se solo oggi i moderni sono giunti alla sensazione di un destino oscuro per l’Occidente, già da secoli hanno agito cause, che hanno stabilizzato condizioni spirituali e materiali di intima degenerescenza, tanto da togliere ai più la possibilità non pure della rivolta e del ritorno alla normalità e alla salute, ma anche, e soprattutto, quella di comprendere ciò che normalità e salute significhino.”

Rivolta contro il Mondo Moderno, Julius Evola