Armati di KULTUR! Novità dagli scaffali

METAFORE E CITAZIONI

Titolo completo: Metafore e citazioni
Autore: Antoine de Saint-Exupéry (a cura di M. Murelli)
Anno: 2017
Pagine: 112


Il libro: cionondimeno non ci si può privare della speranza di allargare il cerchio dei fruitori, di rendere l’opera saintexupéryana un po’ più conosciuta, sopra tutto di rendere possibile l’avvicinamento a Cittadella nella sua esposizione integrale. Per andare in questa direzione AGA Edizioni propongono questo Saint-Exupéry. Metafore e citazioni, un’opera volutamente didascalica supportata da alcune informazioni biografiche e destinata prevalentemente a chi parte da zero e vuole farsi un’idea complessiva dello scrittore, del suo pensiero, della sua filosofia. Questo libro “scolastico” viene dato alle stampe in simultanea con un altro libro dal titolo Saint-Exupéry. L’impero dell’anima, che ha invece il compito specifico di introdurre alla lettura di Cittadella proponendo una serie di prospettive, analisi e interpretazioni della filosofia saintexupéryana.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

DIARIO DI GUERRA

Titolo completo: Diario di guerra. 1914-1918
Autore: Ernst Junger
Anno: 2016
Pagine: 640


Il libro: a cura di Helmuth Kiesel

“Il libro nasce dalla rielaborazione formale del contenuto dei miei diari di guerra. Durante tutto il corso della guerra mi sono sforzato di mettere subito su carta le mie impressioni, tra un salto e l’altro, o al più tardi la sera stessa del giorno di battaglia”.

Il diario è un straordunaria testimonianza di quella “Grande guerra”, che, a pochi anni dalla conclusione, tutti iniziarono a chiamare Prima guerra mondiale.
Le annotazioni partono il 30 dicembre 2014, da queste nacque poi il formidabile “Tempeste d’Acciaio”.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

SOLE E ACCIAIO

Titolo completo: Sole e Acciaio

Autore: Yukio Mishima

Anno: 2016

Pagine: 96


Il libro:

L’autore racconta la scoperta della propria identità fisica, l’interesse per la pratica delle arti marziali e la ricerca di un “linguaggio del corpo”; la testimonianza di un’appassionata indagine nella propria identità di uomo, oltre ogni limite, oltre ogni convenzione.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

IL SILMARILLION

Titolo completo: Il Silmarillion

Autore: J.R.R. Tolkien

Anno: 2005 

Pagine: 681


Il libro: 

Il Silmarillion“, iniziato nel 1917 e la cui elaborazione è stata proseguita da Tolkien fino alla morte, rappresenta il tronco da cui si sono diramate tutte le sue successive opere narrative. “Opera prima“, dunque, essa costituisce il repertorio mitico di Tolkien, quello da cui è derivata la filiazione delle sue favole: “Lo Hobbit“, “Il Signore degli Anelli“, “Il cacciatore di Draghi“. Il Silmarillion, che comprende cinque racconti legati come i capitoli di un’unica storia sacra, narra la parabola di una caduta: dalla “musica degli inizi”, il momento cosmogonico, alla guerra di Elfi e Uomini contro l’Avversario. L’ultimo dei racconti costituisce l’antecedente immediato del “Signore degli Anelli“.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

UNA CULTURA PER L’EUROPA

Titolo: Una cultura per l’Europa

Autore: Romualdi Adriano

Anno: 2013

Pagine: 88


Il libro: 

Contiene i due saggi di Adriano Romualdi: La destra e la crisi del nazionalismo e Idee per una cultura di Destra, piccoli ma essenziali e di sorprendente attualità.
In essi è dato di rintracciare gli elementi di una possibile “nuova cultura” supporto alla pratica di una “grande politica” su cui la Destra italiana è chiamata a riflettere.
Saggio introduttivo di Gennaro Malgieri: “Memoria di Adriano”.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

SAPIENZA ORIENTALE E CULTURA OCCIDENTALE

Titolo completo: Sapienza orientale e cultura occidentale
Autore: Ananda K. Coomaraswamy
Anno: 2018
Pagine: 144


Il libro: Nei saggi raccolti in questo volume, dato alle stampe per la prima volta nel 1947, l’autore mette in luce da vari punti di vista gli errori della cultura occidentale dominante che ha anteposto il primato dell’azione al primato della contemplazione, il culto del Nuovo all’attenzione alla Verità, l’idolo dell’alfabetismo coatto alla saggezza delle culture orali. Sottolinea pure gli errori e i guasti della colonizzazione che ha imposto ai popoli extraeuropei i modelli culturali e tecnologici dell’Occidente, sgretolando culture civili armoniche ed equilibrate ed esportando i germi di un disordine morale ed ecologico di cui oggi si sopportano le conseguenze.

Il suo background privilegiato – da orientale che ha vissuto e scritto a lungo in Occidente – gli permette di evitare i facili stereotipi e di arrivare a una penetrazione critica di rara profondità. La sua visione dei problemi del mondo moderno è lucidissima e se ci fosse bisogno di dimostrare che c’è ancora bisogno di leggere le sue opere, sarà sufficiente osservare che i mali di cui parlava settant’anni fa sono ancora presenti, immutati e in qualche caso incancreniti.

Coomaraswamy propone una cura sempre valida, anzi, forse oggi più necessaria che mai: un ritorno consapevole alla saggezza tradizionale, smarrita dagli occidentali ma ancora viva nel «suo» Oriente induista e buddhista.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

GERARCHIA E DEMOCRAZIA

Titolo completo: Gerarchia e Democrazia

Autore: Julius Evola, Rene Guenon

Anno: 2010

Pagine: 45


Il libro:

«L’essenza della gerarchia sta nel fatto che in alcuni esseri superiori vive, in forma di presenza e di realtà attuata, ciò che negli altri esiste solo come espressione confusa, come presentimento, come tendenza, per cui questi sono fatalmente attratti dai primi, naturalmente a essi si subordinano, in ciò subordinandosi meno a qualcosa di esteriore, quanto a un loro più vero ‘io’». In Gerarchia e democrazia è, questo, uno dei magistrali pensieri speculativi sui fondamenti dell’ordine gerarchico. Introdotta invece dalla preliminare “uccisione della gerarchia” all’interno dell’uomo, la democrazia si manifesta nel progressivo disordine sociale e nella insolente ribellione degli individui a qualsiasi regola e disciplina.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

PROSPETTIVE DELLA TRADIZIONE 

Autore: Guido De Giorgio

Pagine: 176

Anno: 1999

Collana: Il cinghiale bianco


Il libro: Negli scritti di De Giorgio qui presentati – risalenti tutti al periodo in cui più intenso fu il rapporto di collaborazione di questi con Evola – viene delineata, alla luce di una visione eminentemente tradizionale della romanità, una linea di sviluppo che se adottata fino in fondo avrebbe potuto offrire al Fascismo quei riferimenti superiori capaci di inserirlo in una prospettiva tradzionale. Un tentativo, quello del De giorgio, che pur non avendo sortito allora gli effetti sperati, resta comunque attuale e denso di significati metafisici e dottrinari, al di là delle semplici contingenze storiche con cui dovette scontrarsi quando venne progettato.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

SINTESI DI DOTTRINA DELLA RAZZA

Titolo completo: Sintesi di dottrina della razza

Autore: Julius Evola

Anno: 2017


Il libro: 

Chiarendo da una prospettiva tradizionalistica l’effettivo significato di ogni teoria sulla razza, questo saggio evoliano delinea una propria ‘dottrina della razza’. Partendo dal principio della tripartizione dell’essere umano in corpo, anima, spirito, vengono considerate per analogia le connessioni, le corrispondenze e le consonanze tra i diversi stadi-gradi della razza: la sfera corporea (‘materiale’), quella anìmica, quella infine spirituale.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!

LUIGI CIAVARDINI: UN CASO GIUDIZIARIO

Titolo completo: La strage di Bologna. Luigi Ciavardini: un caso giudiziario

Autore: Gianluca Semprini

Anno: 2005

Pagine: 330


Il libro: 

Secondo una sentenza della Magistratura è il più grande stragista italiano. Figlio di un maresciallo di P.S. aderisce ai movimenti di estrema destra da giovanissimo. A sedici anni viene rinchiuso nel carcere givanile di Casal del MArmo per una rapina: esce e dopo una militanza attiva in Terza Posizione frequenta i Nar di V. Fioravanti e F. Mambro. È il 1980: la sua esperienza di lotta armata è breve quanto intensa e il 4 ottobre dello stesso anno viene arrestato. Confessa l’omicidio dell’agente di polizzia Evangelista e viene condannato anche per la partecipazione all’omicidio del giudice Amato. Sconta quattordici anni di carcere. Finisce la sua pena nel 2000. Il tribunale dei minori di Bologna – all’epoca dei fatti aveva diciasette anni- lo assolve in primo grado dalla terribile accusa di essere l’autore materiale della strage di Bologna. La corte d’appello nel marzo del 2002, in soli otto giorni di processo, ribalta il verdetto: Ciavardini, che si è sempre dichiarato innocente, viene condannato a trent’anni.
È in attesa di una nuova cassazione.

Per acquistare il libro, CLICCA QUI!