lunedì 21 Gennaio 2019
Home Articoli Ma quale sovranità? La Polonia si fa invadere dagli USA

Ma quale sovranità? La Polonia si fa invadere dagli USA

Il governo polacco vuole pagare gli USA per avere una loro base militare nel suo territorio, al confine con la Russia. Si chiamerebbe ‘Fort Trump’. Mah, che dire: possiamo considerare sdoganata la legittimità delle conquiste dello ‘spazio vitale’? Possiamo accantonare quei discorsi su ‘sovranità’, ‘tutela dei propri cittadini’, ‘militarismo’? Siamo al paradosso: uno stato che ne paga un altro per metterci forze militari. Può accadere solo nell’Occidente totalmente agonizzante, di fronte ai sanguinari statunitensi. Pare che a questo stato piaccia essere invaso… Polacchi, è questa la vostra sovranità?
(www.repubblica.it) – 21/09/2018 – Polonia pronta a pagare due miliardi per ospitare base militare Usa. L’annuncio dopo l’incontro tra i presidenti dei due Paesi. Duda: “Potrebbe chiamarsi Fort Trump

Varsavia è pronta a pagare almeno due miliardi di dollari per ospitare una base militare Usa. Lo ha detto il presidente Donald Trump, segnalando di valutare “seriamente” la richiesta di una presenza militare permanente in Polonia, nazione strategica in Europa per contrastare quello che ha definito l’atteggiamento “aggressivo” di Mosca.

“La stiamo valutando, in primo luogo, dal punto di vista della protezione militare, per entrambi i nostri Paesi”, ha affermato Trump durante la conferenza stampa congiunta con il presidente polacco, Andrzej Duda, alla Casa Bianca. “E poi anche dal punto di vista dei costi – ha aggiunto – se vogliono pagare tanto è qualcosa di cui certamente discuteremo”. Washington si è comunque impegnata a rafforzare la cooperazione militare con Varsavia. “Intensificheremo le consultazioni – ha poi rimarcato la Casa Bianca in una nota – per determinarne la fattibilità  e il risultato di questo sforzo contribuirà alla difesa non solo dell’Europa centrale e orientale ma anche dell’intera alleanza”.

Duda, dal canto suo, ha scherzato sul fatto che la base Usa in Polonia potrebbe chiamarsi “Fort Trump”, in onore del miliardario. Il segretario americano alla Difesa, James Mattis, ha poi elogiato la Polonia per aver aumentato le spese militari ma ha frenato sulla presenza militare permanente nel Paese, indicando che non è ancora stata presa una decisione. “Le questioni sono diverse. Come sapete non riguardano solo la base ma il training, la gestione della struttura, insomma tanti dettagli che devono venire analizzati con i polacchi”, ha spiegato Mattis.