Dalle Foibe un grido: NON DIMENTICATECI!

NON DIMENTICATECI!
Per TUTTI gli Italiani che hanno perso la vita nelle foibe
Una tragedia, un eccidio che rischiava di cadere nell’oblio, cancellato dal passato della nostra storia. Tenere il popolo nell’ignoranza, è la mossa principale della Sovversione, nonchè arma micidiale, in quanto non permette alle giovani generazioni di conoscere, assimilare, capire.
La conoscenza mette in moto il pensiero e la ragione svincolati da ideologie e mode, sotto la spinta attiva del cuore. Si scoprono allora le prese in giro e gli inganni a cui siamo inconsciamente e costantemente sottoposti.
La pulizia razziale operata dai partigiani comunisti titini nel territorio giuliano-dalmata e il conseguente e straziante esodo sono forse l’esempio più lampante di come si miri a distruggere l’identità dei popoli cancellandone la vera storia per sostituirne una artificiosa, costruita, malleabile e modificabile a seconda della circostanza.
La responsabilità della commemorazione del Giorno del Ricordo è di non dimenticare tutti gli Italiani che hanno perso la vita nelle foibe e rendere degnamente onore a tutte le vittime di questa tremenda macchia della storia del nostro Paese. La verità, come la coscienza di un popolo, non saranno mai gettate ”dentro alla buca”…