Raccattapalle razzista contro Gomis

Gomis è un centravanti tutto muscoli e capelli lunghi, francese ma di origini africane, che quando imita una pantera con lo sguardo indemoniato, occhi spiritati, bocca spalancata e l’urlo da animale, sembra piuttosto credibile. Così, un giovane raccattapalle saudita, che ha subito la simulazione dell’attacco del giocatore in veste di animale, si è spaventato a morte, tanto che Gomis a fine partita lo ha dovuto tranquillizzare.
Nessun antirazzista leva gli scudi contro questo bambino razzista che si spaventa del giocatore di pelle nera che mima un animale? Come mai? Nella psicosi generale, non è anche questo ‘razzismo’? Ma forse tanta gente si sarebbe spaventata e quindi in tanti si sarebbero scoperti ‘razzisti’…

(www.repubblica.it)  La tipica esultanza di Bafetimbi Gomis dopo un gol ha spaventato un giovane raccattapalle. L’attaccante francese di origine senegalese dell’Al-Hilal, durante la sfida contro l’Al-Ittihad, valida per la massima serie del campionato saudita, si è inginocchiato sotto la curva occupata dai propri tifosi e ha mimato l’attacco di una pantera. Al termine della partita, per ‘rimediare’ al suo gesto, si è avvicinato al raccatapalle e gli ha regalato la sua maglia.