Armati di KULTUR! Novità dagli scaffali

PENDRIVE – 16 conferenze di Kulturkampf a scelta

Le ‘Conferenze di Kulturkampf’ – che si inseriscono nello stesso solco già tracciato da i ‘Quaderni di Kulturkampf’  – sono le agili registrazioni delle conferenze di Raido: ripensate, ampliate e rimasterizzate con uno stile del tutto nuovo, ridotto all’essenziale, spartano, per agevolarne la diffusione riducendo al minimo i costi.

Pietrangelo Buttafuoco, Mario Polia, Antonio Medrano, Maurizio Rossi… tutti i migliori interpreti del pensiero non conforme che, in maniera seria ma mai intellettualistica – perchè militante! -, ci forniscono quegli orientamenti organizzativi e programmatici necessari per organizzare la rivolta contro il mondo moderno.

In questo nuovo formato, più agile e pratico, è possibile acquistare una pen-drive da 64gb in cui è possibile inserire 16 conferenze a scelta tra quelle disponibili.

Di seguito i titoli disponibili tra cui scegliere:

 Strade d’Europa. Il viaggio, i luoghi, l’identità. Alla ricerca del vecchio continente. 
   Con M. M. Merlino e R. Sideri
 
Etica Aria. Il dovere dell’Azione nella Bhagavad-Gita.
Con Mario Polia
 
– Dalla Primavera araba all’Isis. Cronaca della guerra di Incivilta made in USA.
Con Andrea Marcigliano e Abbas di Palma
 
Radici Profonde. L’iliade.
Con Mario Polia
 
Radici Profonde. L’Odissea.
Con Mario Polia
 
Radici Profonde. L’Eneide.
Con Mario Polia
 
Radici Profonde. I lirici spartani.
Con Mario Polia
 
– Le rune e i simboli. Sapienza antica e moderne contraffazioni
  Con Mario Polia
 
– Il fuoco di Sparta. Eroismo e sacrificio dalle Termopili a Berlino

  Con N. Gatta e R. Sermonti.

– Roma Orma Amor. La luce della romanità sopra le contraddizioni del mondo      moderno

 Con N. Gatta, M. Polia, E. Roli e R. Sermonti

 
– Mistica della guerraOrigine, significato e simboli dell’ascesi guerriera 

Con Mario Polia

– Il mistero della dama. La donna al tempo dei cavalieri

Con Mario Polia

 Mater et Domina. Percezione del femminile nell’antichità

Con Mario Polia

– Deriviamo veramente dalle scimmie? Oltre il muro del dogma evoluzionista

Con M. Blondet, G. Sermonti, R. Sermonti

– La donna tra Tradizione e rivoluzioneIl ruolo femminile tra avanguardia e nuove schiavitù

Con Sonia Michelacci

– Noi Terza Posizione
Con G. Adinolfi e P. Dimitri

– Ordine NuovoVerità e menzogne

Con P. Signorelli, E. Cipriano, S. Forte, R. Sermonti

Fascismo o plutocrazia. Gli scritti economici di Giuseppe Solaro

Con Fabrizio Vincenti

Vis et Amor. Da Enea a Romolo.

Con Mario Polia

Oltre lo stato umano. Presentazione del libro l’Eden, la Resurrezione e la Terra dei Viventi.

Con Gianluca Marletta

Thule.

Con Mario Polia

Giovinezza legionaria. Attualità del messaggio di Codreanu.

A cura della Comunità Militante Raido

L’iniziato selvaggio. L’opera e l’esempio di Guido de Giorgio.

Con Enzo Iurato

Sventoleranno bandiere  vittoriose. Conferenza a 80 anni dalla morte di Jose Antonio Primo de Rivera. 

Con Mario Merlino e Paolo Rizza

Furor, lo spirito dei guerrieri del Nord.

Con Mario Polia

http://www.raido.it/libreria/conferenze/4470-conferenze-di-kulturkampf.html

PER ACQUISTARE LA PEN DRIVE CLICCA QUI!

Hitler per mille anni

Titolo completo: Hitler per mille anni

Autore: Leon Degrelle

Anno: 2017

Pagine: 229

Il libro: “Antonio Guerin, soldato politico della RSI, lotterà fino alle estreme propaggini della sua permanenza terrena al fine di demolire il muro dell’omertà e della diffamazione antifascista. Di lui sopravvive la testimonianza dell’impegno politico-editoriale, retaggio che la Comunità Politica di Avanguardia si onora di prolungare nel tempo, pubblicando la riedizione del capolavoro del generale Léon Degrelle, comandante della Legione Vallone Waffen-SS: “Hitler per mille anni”.La Comunità Politica di Avanguardia, oggi più che mai assume quale segno di riconoscimento suo proprio l’esser schierata dalla parte degli sconfitti di quella guerra, di coloro i quali saranno sopraffatti solo in ragione del tradimento e per la codarda prassi di un nemico criminale e senza onore: si pensi solo agli innumerevoli bombardamenti terroristici di cui saranno fatte oggetto le inermi popolazioni civili di Italia e Germania, fino alle estreme conseguenze compiute contro Amburgo, Dresda e Berlino.

Sui responsabili di quella guerra, oggi, non v’è persona in Europa che non pretenda vendetta per le ingiustizie da essi subite: oggi più che mai le opere di costoro appaiono quali opere di iniquità; i loro passi corrono al male, e si soffermano solo per versare sangue innocente: perpetrare la rovina e la desolazione è il loro pane quotidiano! Essi non conoscono il cammino della pace e non v’è sulle loro vie un solo passo di giustizia; i loro sentieri sono sentieri nascosti, poichè è necessario che la loro malvagità non venga osservata da Dio. E benchè la maggioranza del genere umano proceda a tentoni come i ciechi lungo i muri, inciampando in pieno mezzogiorno come sul far della notte, la Comunità Politica di Avanguardia resiste a scorno del nemico e per la difesa della verità”.

(dall’introduzione a cura della Comunità Politica di Avanguardia)

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Fascismi Nel Mondo

Titolo completo: Fascismi nel mondo

Autore: Sergio Pessot

Anno: 2017

Pagine: 312

Il libro: La lettura dell’avvincente opera di Sergio Pessot provoca alcune domande destinate a turbare i custodi della imperiosa vulgata storiografica: perché si verificò il successo del fascismo, dopo la grande guerra democratica, che aveva segnato la fine dei regimi autoritari/reazionari appartenenti al passato? Perché si affermò il movimento di Mussolini, un politico che aveva sostenuto l’intervento dell’Italia nella guerra liberale?

Quale imprevista ragione sosteneva la volontà di andare oltre l’ordine stabilito dalla vittoria delle nazioni modernizzatrici, oltre il capitalismo trionfante, oltre il marxismo emergente in Russia, oltre i progetti degli eredi legittimi e dei custodi inflessibili degli immortali principi del 1789?
Perché il fascismo seminò inquietudine e speranze nel cuore generoso della gioventù vivente in ogni luogo della Terra. In Giappone e in Sud America, in Cina e nella Scandinavia, in India e in Francia, in Sud Africa e in Spagna, nel mondo arabo e nel mondo cattolico?
Quale segreta ragione muoveva la rivolta contro il vertice speculativo della modernità, che si era felicemente/stabilmente (così si pensava) affermato nelle strutture politiche sulle quali vigilava una gongolante e vincente borghesia liberale, tecnocratica e bancaria?

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Brigate nere

Titolo completo: Brigate nere. Mussolini e la militarizzazione del Partito Fascista Repubblicano

Autore: Daniella Gagliani

Anno: 2017

Pagine: 305

Il libro: Nel giugno 1944 Mussolini, a capo della Repubblica sociale italiana, decretava: «La struttura politico-militare del Partito si trasforma in organismo di tipo militare e costituisce il Corpo Ausiliario delle squadre d’azione di Camicie Nere». Sottoposte alla «disciplina militare ed al Codice penale militare del tempo di guerra», il 1° luglio nascevano le Brigate nere, con esclusive funzioni di lotta contro i «ribelli». Il fascismo tornava dunque ad armarsi, come agli inizi squadristi della sua parabola. 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Da anarchico a sansepolcrista

Titolo completo: Da anarchico a sansepolcrista. Anteguerra, la guerra, gli arditi dall’armistizio alla marcia su Roma

Autore: Edmondo Mazzucato

Anno: 2017

Pagine: 206

Il libro: Edmondo Mazzucato è stato un politico, giornalista e Ardito di guerra. In questo libro, in parte autobiografico e in parte scritto come se fosse un diario personale, l’autore descrive in maniera chiara e sincera la propria testimonianza da attivista politico anarchico, passando al suo impegno fra le file interventiste al fianco di Benito Mussolini e volontario fra gli Arditi durante la Prima Guerra Mondiale. Nell’immediato primo dopoguerra fu tra i fondatori dell’Associazione Nazionale Arditi d’Italia, composta da reduci di guerra che aderirono al fascismo della prima ora, approdando all’adunata di Sansepolcro del 23 Marzo 1919, preludio degli anni infuocati precedenti alla Marcia su Roma.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Boschetto 125

Titolo completo: Boschetto 125. 

Autore: Ernst Junger

Anno: 2015

Pagine: 152

Il Libro: Sul fronte francese, nel 1918, l’ultimo anno della prima guerra mondiale, il ventitreenne Ernst Junger è tenente nella compagnia assegnata al “Boschetto 125”. In trincea, infilato nel tascapane, ha sempre con sé uno di quegli esili quadernetti sui quali annota i propri appunti: la scrittura accompagna costantemente l’esperienza in campo. In seguito l’autore riprenderà questo diario di guerra per farne un racconto: ‘Boschetto 125′. Il giovane ufficiale, che verrà decorato con la croce “pour le mérite”, massima onoreficenza militare tedesca, narra episodi di combattimento e vita di trincea, descrive la campagna francese sul confine tra Piccardia e Artois attraversata dai reticolati, i villaggi distrutti e abbandonati, i giardini inselvatichiti; dipinge i volti dei combattenti come le figure di un quadro di Bruegel. Snodo decisivo del racconto è lo scontro per la difesa del boschetto, che sarà alla fine conquistato dagli inglesi. E’ la storia di una sconfitta, dunque. Ma, con ancora nelle orecchie i fischi degli spari, Junger commenta la perdita del boschetto come un episodio irrilevante sul cui “terribile sfondo si erge il combattente, uomo semplice senza nome; su di lui poggiano il peso e il destino del mondo”. 

“Quasi ingrandimento di una delle stazioni di sosta attraverso cui corre il flusso del folgorante libro jungeriano, ‘Nelle tempeste d’acciaio'” (come scrive Quirino Principe nella presentazione), ‘Boschetto 125’ – “libro seducente e crudele” – uscì nel 1924 (ma datato 1925). Questa prima edizione italiana segue alle traduzioni nelle principali lingue europee.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!