Le “cose buone” del Fascismo

(a cura della Comunità Militante Raido)

Il Fascismo ha fatto anche cose buone“.

Purtroppo per tutti è ancora un assillo, un carmen necessarium, un mantra da sgranare
Ciclicamente qualcuno, pervaso da momentaneo buon senso, la mattina si sveglia e sente la necessità di sentenziare. Si ricorda delle bonifiche, dei treni in orario, della previdenza sociale, delle città fondate, dei quartieri costruiti e ricostruiti, della lotta alla mafia… “Ma non la guerra e le leggi razziali, per carità!“.
Ha fatto bene finché non si è alleato con quel pazzo!“. “Per non parlare del gas in Africa!“. Antesignani del razzismo anti-immigrazionista di Salvini, ovviamente. 
Tra questi ci sono i Berlusconi e i Tajani di turno, pronti ad accaparrarsi, in prossimità delle elezioni, qualche voto tra i ‘moderati’.
La stessa mattina, ma con un po’ di ritardo (si sa: i radical chic si svegliano tardi), qualcuno col dente avvelenato si alza e pontifica sulle cose buone dicendo che di buono alla fine non c’è stato un bel nulla e quel poco di buono che è stato fatto lo ha ereditato il Duce, prendendosene furbescamente i meriti. “Impostore!” sbraitano le Boldrini e i Francesco Filippi di turno. 
 
In realtà, poveri ciechi a destra e a manca, barcollano nel buio nell’incapacità assoluta di comprendere, increduli e rabbiosi, le “cose buone” fatte dal Fascismo. 
Il buono non sta solo nelle paludi bonificate o nei palazzi dell’Eur né il male risiede solo nel colonialismo o nel razzismo biologico da eugenetica. 
No. Il buono del Fascismo è solo uno e uno resterà per sempre. Il buono del Fascismo risiede nell’Uomo che grazie ad esso è rinato. 
Sono le donne in grigioverde del SAF
Sono gli eroi della Decima Mas
Sono i martiri di El-Alamein
Sono i caduti a Bir El Gobi del Battaglione Giovani Fascisti. 
Sono i volontari della Scuola di Mistica Fascista morti al fronte
Sono loro il buono del Fascismo. 
 
Se il Fascismo ha fatto qualcosa di buono, questo è tutto vivo e visibile nell’esempio di uomini e donne frutti belli di una rinnovata visione del mondo: nobile, alta, solare, fedele, sacra. 
Se oggi possiamo guardare avanti con l’esempio di uomini e donne, che non saremo mai degni di onorare abbastanza, è solo perché il Fascismo ha fatto qualcosa di buono. E il buono e il bello sta tutto lì: nell’Esempio che, grazie al Fascismo, hanno saputo incarnare