Armati di KULTUR! Novità dagli scaffali

Exempla

*** NOVITÀ EDITORIALE *** 

Titolo completo: Exempla. L’ideale eroico nell’epica greca e romana.

Autore: Mario Polia

Anno: 2019

Pagine: 240

Il libro: Queste pagine si propongono di guidare il lettore alla riscoperta dell’eredità spirituale europea: far conoscere e amare le radici culturali, il profumo e la bellezza dell’anima dell’Europa per riconoscere in essa, e attraverso essa, la nostra identità e intravedere gli orizzonti di un nostro auspicabile futuro che germogli dalle nostre radici. Dedicata alla Grecia e a Roma, questa antologia di testimonianze tratte dalle fonti antiche, tra le quali primeggiano Omero e Virgilio, è stata ordinata attorno ai valori ideali cantati dai vati e incarnati dagli eroi. Come la fiamma evoca dalla materia combustibile la potenza ignea in essa racchiusa, gli exempla contenuti in queste pagine possiedono il potere di suscitare il ricordo della nostra appartenenza culturale e spirituale, un ricordo capace di far fluire nella mente e nell’anima il vasto e profondo anelito a una vita votata alla bellezza, all’altezza, alla luce. 

L’AUTORE
Mario Polia (Roma, 20 maggio 1947), archeologo, antropologo ed etnografo, nonché specialista in antropologia religiosa e storia delle religioni, ha diretto in Perù un programma di ricerca sulle tradizioni indigene e sullo sciamanesimo andino. Vincitore del Premio Paolo Toschi (1999) per la ricerca sul campo, è oggi curatore del Museo Demo-antropologico di Leonessa (Rieti). Già docente di ‘Antropologia Medica’ presso la Pontificia Universidad Católica di Lima e di ‘Antropologia’ alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, alterna ad una prolifica attività di saggista quella di conferenziere in Italia e all’estero.

 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Inganno Bannon

Titolo completo: Inganno Bannon. 

Autori: Maurizio Blondet, Andrea Marcigliano, Gianluca Marletta, Claudio Mutti, Raido, RigenerAzione Evola

Anno: 2019

Pagine: 136

Il libro: Steve Bannon è davvero il paladino del sovranismo europeo e il padre nobile della destra degli anni duemila? Ci troviamo realmente di fronte ad un valido anti-Soros o soltanto dinnanzi all’arteficie dell’ennesimo progetto egemonico a stelle e striscie in chiave conservatrice anzichè liberal? Questo volume collettaneo si propone di rispondere a questi interrogativi con l’obiettivo di smascherare il malcelato inganno ordito da Steve Bannon, attraverso The Movement, per attuare le forze populiste e sovraniste europee, in particolare italiane, condizionandole in chiave anti-eurasiatica, anti-islamica e filo-atlantista. Si tratta di un pamphlet di battaglia e di denuncia, o per meglio dire di un ‘manifesto’ , volto a contribuire alla maturazione dei necessari anticorpi contro il virus dell’alt-right.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Grande spazio, spazio vitale, popolo guida

Titolo completo: Grande spazio, spazio vitale, popolo guida

Autore: Ferenc Szálasi

Anno: 2017

Pagine: 75

Il libro: Ferenc Szálasi indica i fattori fondamentali per l’instaurazione del nuovo ordinamento mondiale: grande spazio (nagytér), spazio vitale (élettér), popolo guida (vezetonép). Grande spazio è un territorio in grado di “assicurare il fabbisogno morale, spirituale e materiale ai popoli riuniti in nazioni ed alle famiglie che vivono in questi popoli”; spazio vitale è il “territorio in cui la nazione trae origine dalla comune, vitale armonia politica, economica e sociale dei popoli che abitano il territorio stesso”; popolo guida è quello che organizza una “nazione politica”, ossia un più ampio organismo politico, economico e sociale, avente un suo destino comune. Nel territorio più potente del globo, quello che “abbraccia l’Europa e l’Asia come continenti guida, nonché l’Africa, l’Australia e l’Oceania, che ne costituiscono i necessari complementi integrativi”, si trova il grande spazio europeo, il quale a sua volta comprende cinque spazi vitali: quello slavo, quello germanico, quello latino, quello carpato-danubiano, quello islamico quello islamico del Vicino Oriente.

 

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Il conflitto della cultura moderna

Titolo completo: Il conflitto della cultura moderna

Autore: Georg Simmel

Anno: 2001

Pagine: 140

Il libro: Mentre la Grande Guerra si andava spegnendo, Simmel dava alle stampe una conferenza dedicata al conflitto inevitabile fra la ‘vita’ e le ‘forme della cultura’. Il contenuto di questa conferenza raffigura efficacemente la lacerazione che contrassegna il moderno inteso come propaggine estrema della modernità.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Mitra – Il Signore delle Grotte

Titolo completo: Mitra. Il signore delle grotte

Autore: Reinhold Merkelbach

Anno: 1998

Pagine: 304

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!

Ritmi e riti. Elementi di geometria e metafisica pitagorica

Titolo completo:Ritmi e riti. Elementi di geometria e metafisica pitagorica. Elementi di geometria e metafisica pitagorica

Autore: Claudio Lanzi

Anno: 2013

Pagine: 493

Il libro: Durante la sua ormai plurimillenaria storia il mondo occidentale è stato percorso, spesso in modo visibile, altre volte invisibilmente, dalla presenza del pitagorismo o da forme culturali e dottrinali comunque riconducibili a questo particolare movimento spirituale. Si è trattato di una presenza continuata nel corso del tempo che ha toccato non solo l’antichità classica, ma anche il medioevo, il rinascimento e molti aspetti della scienza dei secoli seguenti, per poi scomparire dai manuali di studio e diventare una specie di “cultura parallela”, patrimonio di una esigua èlite di studiosi. Pitagora non è affatto una figura leggendaria come Orfeo, Lino o le molte altre personalità che la tradizione ellenica confinava nell’ambito di forme spirituali estatico-visionarie. Vissuto fra il 572 e il 500 circa, fu considerato una specie di “riformatore” della spiritualità orfica e la confusione che spesso emerge fra questi due movimenti deriva proprio da questa vicinanza che faceva dell’orfismo una specie di “precursore” al limite fra il mito e la realtà.

Questo complesso libro di Claudio Lanzi cerca di penetrare all’interno del sistema simbolico del pitagorismo, scopre le “rime e i ritmi” che stanno alla base di una scuola così particolare, la cui forza di penetrazione si è perpetuata in ambiti diversificati che toccano le basi della stessa civiltà occidentale.

La quantità di illustrazioni tratte dai più antichi codici mostrano l’articolazione del pitagorismo, la sua capacità di adattare i propri simboli a contesti spirituali diversificati che vanno dall’antichità classica al mondo cristiano, alla stessa scienza sperimentale del Cinquecento e del Seicento. Si pensi per. es. alle tavole che Lanzi ha tratte dal De divina proporzione di Luca Pacioli, un testo basilare per capire i nessi che legano la scienza e la simbologia, la contemplazione e i ritmi dell’universo. Oppure alla spiegazione delle virtù teologali e di quelle cardinali fatta secondo i ritmi numerici pitagorici, oppure ancora alla geometria simbolica che sta alla base dell’arte della costruzione delle cattedrali medievali. Un altro aspetto del libro di Lanzi concerne l’analisi dello spazio e del tempo, e dei suoi rapporti con la scienza sacra delle misurazioni. Il particolare rapporto fra simboli e configurazioni geometriche conduceva ad evidenziare una “geografia sacra”, a delineare le modalità di individuazione di quei “luoghi di luce” che secondo i pitagorici potevano condurre ad esperire la presenza del divino nel mondo.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI!