Tragedia di Piazza San Carlo, colpevoli i Figli del Caos

Sembra che la ‘giustizia dei tribunali’ abbia stabilito chi sono gli artefici della tragedia di Piazza San Carlo del 2017: quattro giovani marocchini, figli del caos spararono spray urticante tra la folla che assisteva alla partita, per divertirsi, arraffare i beni personali delle persone fuggite e poi vantarsene su Instagram. Dunque, come sempre il fine di questi gesti è sempre lo stesso: apparire. Apparire commettendo nefandezza. Apparire sfoggiando ricchezza. Allora eccoli mostrarsi felici e sorridenti nei video su Instagram, ricoperti di collane d’oro e banconote recuperate vilmente quella sera. Figli del caos, dunque. Sradicati, figli di un mondo che toglie le identità e le tradizioni, da cui questi miserabili avrebbero magari potuto attingere un minimo di rispetto del prossimo e responsabilità. Invece, in un mondo così materialista, nel quale se non hai l’ultimo iPhone non sei nessuno, è indispensabile per queste anime vili sfoggiare tutto il lusso possibile, anche a costo di sacrificare la vita di altre persone. In un momento come quello che poteva e doveva essere di unione, questi quattro distruttori hanno pensato bene di scatenare il caos per i propri interessi, provocando la morte di due ragazze. Una bestialità, certo. Ma non rara, oggi. Certamente coerente con questi Tempi Ultimi.

(tratto da www.gazzetta.it) – Tragedia piazza San Carlo, 4 condanne per omicidio
Piazza San carlo a Torino la notte del 3 giugno 2017.
Quattro giovani marocchini sono stati giudicati colpevoli e condannati a 10 anni di carcere. Con lo spray urticante scatenarono gli incidenti durante la finale di Champions Juve-Real che provocarono due morti e 1.672 feriti
Quattro condanne a poco più di 10 anni di carcere per omicidio preterintenzionale. Sono state inflitte ai quattro giovani marocchini accusati di avere scatenato il panico in piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno 2017 spargendo spray urticante tra la folla a scopo di rapina durante la proiezione su maxi schermo della finale di Champions League Juventus-Real Madrid. In piazza ci furono 1.672 feriti e, in seguito, morirono due donne per le lesioni riportate.
La finale di Champions del 2017 persa dalla Juventus contro il Real Madrid verrà ricordata anche per i tragici incidenti di piazza San Carlo che provocarono una vittima e migliaia di feriti.
La gup Maria Francesca Abenavoli, al termine di un rito abbreviato, ha inflitto 10 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione a Sohaib Bouimadaghen (soprannominato “Budino”), a Hamza Belghazi e a Mohammed Machmachi, di 21, 20 e 21 anni; per Aymene El Sahibi, 22 anni, considerato autore di un minor numero di furti, la pena è di 10 anni, 3 mesi e 24 giorni. A perdere la vita furono Erika Pioletti, di Domodossola, e la torinese Marisa Amato. I 4 imputati sono detenuti.