Attrezzi di satana contro la giornalista col crocifisso

Se mostrate un crocifisso a un uomo posseduto da Satana, se gli recitate una preghiera, se invocate gli Arcangeli a liberarlo, quest’uomo – appunto, posseduto – fuggirà, urlerà e si dimenerà.
Se una giornalista Rai conduce il telegiornale con il crocifisso al collo, succede la stessa cosa. Ma non è un solo uomo a stracciarsi le vesti, bensì orde di irosi liberal-progressisti, atei e materialisti, che invocano il Caos e fuggono l’Ordine. Che sono intolleranti solo verso il Sacro.


(tratto da www.liberoquotidiano.it) – Tg2, Marina Nalesso alla conduzione con il rosario al collo: Michele Serra sbrocca su Repubblica
Lo ha sempre fatto, ben prima del sovranismo e di Matteo Salvini. La giornalista Marina Nalesso da anni conduce il telegiornale con il crocefisso al collo, o con ciondoli raffiguranti Gesù o la Madonna. Ora lo ha rifatto e si è riaccesa la polemica. La mezzobusto si è infatti presentata nello studio del Tg2, edizione delle 13, con il rosario sulla camicetta rossa.
Una scelta che ha scatenato l’ira di Michele Serra che su Repubblica ha commentato: “Fa sempre una certa impressione. Si tratta del Tg2 (quello delle 13), privatizzato dal governo sovranista, con l’implicito logo Dio Patria Famiglia che incombe su ogni inquadratura. Con una compattezza formale che perfino memorabili tigì non blended, come Telecraxi e Telekabul, nemmeno di sognavano”. E conclude: “Non si potrebbe cortesemente evitare?”.
Lei già un anno fa ricorda il Fatto quotidiano, aveva liquidato la polemica con queste parole: “Io sono serena a prescindere, con o senza attacchi, con o senza solidarietà. Sto bene, non ho mai avuto alcun tipo di freno e ripensamento o riflessione. Non mi pongo assolutamente il problema”.