Vogliamo una schiacciata iraniana sulla faccia a stelle e strisce!

La meschinità a stelle e strisce non si ferma nemmeno di fronte allo sport, dove quello che proprio loro chiamano fair play, ossia gioco corretto e leale, dovrebbe costituire la base di ogni partita. Invece, in perfetto stile arrogante e prepotente, gli statunitensi decidono di far stancare la squadra di volley dell’Iran – che dovrà giocare la fase finale del torneo VNL proprio negli U$A – costringendola a ore e ore di interrogatori e vessazioni burocratiche, dopo un volo di 30 ore in giro per il mondo, anche a causa delle solite viscide sanzioni trumpiane. Così, i gloriosi e fieri atleti iraniani possono ora dedicarsi a vincere il torneo, certamente stanchi nel fisico, messi alla prova dai mezzi disonesti degli yankees, ma certamente rinsaldati nell’animo affinché la loro vittoria sia più di una vittoria sportiva… una schiacciata in faccia allo yankee sbruffone!


(tratto da www.gazzetta.it) – Trenta ore di volo per gli Usa e poi 4 di interrogatorio all’aeroporto! Esplode la protesta dell’Iran. La Nazionale di Teheran deve giocare le finali negli Stati Uniti. Protesta ufficiale del Ministero degli Esteri asiatico e alla federazione Mondiale di pallavolo. In serata già al centro allenamenti
La Nazionale iraniana di volley che deve partecipare alla VNL (torneo itinerante per le migliori nazionali al mondo giunto alla Final Six, in programma questa settimana) è arrivata a Chicago dopo un volo di 30 ore, ma è stata fermata dalle autorità di frontiera statunitensi per quattro ore. Domande personali, sulla famiglia, amicizie, vita privata per ognuno dei membri della spedizione di Teheran. Il direttore del dipartimento del Ministero degli Esteri iraniano, Mohsen Baharvand, ha protestato contro gli Stati Uniti per maltrattamenti di giocatori iraniani nell’aeroporto. La federazione di pallavolo iraniana ha anche presentato una denuncia alla Federazione internazionale di pallavolo per l’incidente. Come noto le relazioni sono state interrotte fra i due Paesi nel 1980 (quando ci fu il famoso caso dell’ambasciata Usa assaltata a Teheran).
Le Final Six della VNL si terranno nella Credit Union 1 Arena, a Chicago, negli Stati Uniti dal 10 al 14 luglio. L’Iran è inserito con il Brasile e la Polonia nella Pool B, mentre gli Stati Uniti con la Russia e la Francia nella Pool A. La squadra iraniana, alla ricerca della prima medaglia nella VNL, inizierà la competizione con la Polonia (che non ha ancora Leon) l’11 luglio. Il 12 toccherà al Brasile.