Mamma, hanno drogato il “Conte”!

16

Ma davvero è passato solo un anno?! 
Quando Conte rivendicava il carattere “populista” e “antisistema” del Governo da lui presieduto e delle relative forze politiche che lo sostenevano è passato solo un anno, quattro stagioni. Ma se un tempo in un anno ce n’erano quattro, ora ne bastano due da quando non ci sono più le “mezze stagioni”. Conte ci ha insegnato che in una legislatura ce ne possono essere altrettante. E bastano e avanzano due posizioni antitetiche per fare il trasformista che dal bottone “arresta il sistema” passa, senza alcuna remora, al tasto più comodo “riavvia il sistema senza aggiornare“. Il Conte dimezzato ci ha ricordato che in un anno, senza passare per posizioni di transizione, si può mostrare il santino di Padre Pio nella popolare televisione e poi aborrire nell’aula del palazzo dall’uso del rosario in pubblico. Dopo l’estate delle parole accalorate che scatenano l’amorosa euforia del popolo in giubilo è tornato l’inverno freddo dell’establishment in pochette che, con stile freddo e distaccato e il sorrisetto dei primi della classe, sussurrando alla Merkel, grida “ce lo chiede l’Europa e il Patto atlantico!“.