• PENSIERI DI MARCO AURELIO • carattere romano, stile militante – 7

Pensieri – Marco Aurelio – LIBRO VII
Scava dentro di te; dentro è la fonte del bene, e può zampillare inesauribile, se continuerai a scavare.
Molte volte per rasserenare l’animo cerchiamo risposte in complicate elucubrazioni teoriche di chissà quale intellettualoide, magari infarcite di neospiritualismo new age, parole vuote senza una Forma che possa divenire Azione.
Molte volte cerchiamo un metodo in ricette motivazionali da self-made man piene di luoghi comuni ma vuote di ciò che permette di agire con Disciplina e Ordine, fino alla Meta. 
Rare sono le volte invece in cui osserviamo ciò che abbiamo intorno a noi e riusciamo a coglierne qualcosa che vada oltre la semplice apparenza.
Rare sono le volte in cui traiamo un insegnamento più profondo in azioni ordinarie e quotidiane, che però come tutto altro non sono che la manifestazione simbolica di qualcosa di più in Alto.
Ma ecco che quando lo facciamo – ossia quando cerchiamo di cogliere nel particolare, e semplice quotidiano, l’Universale – possiamo cogliere in un atto elementare quale l’impugnare una pala e scavare una buca un simbolo di ascesi interiore. Come per scavare al nostro interno e ridare alla luce la nostra parte più luminosa, che poi è l’unica intrisa di Verità.
Perché l’atto di scavare implica il rimuovere terreno in eccedenza, sollevarlo e gettarlo al di fuori. Sudore, fatica e riscoperta. Dedizione e pulizia.
Ed è questa l’immagine più esplicita: per riscoprirci uomini è necessario rimuovere tutto ciò che è inutile, tutto ciò che copre, tutto ciò che è velo della Scintilla che abita nell’Uomo. Tale scintilla è inesauribile ed eterna e altro non chiede che di esser liberata.
Perciò armati di vanga, scava imperterrito fino allo stremo delle forze, riposati e poi ricomincia.
Più in profondità giungerai, più “terra”, più humus leverai e più riscoprirai la tua natura di uomo. Più sarai vicino a te stesso.