Dritti in paradiso con il rosario digitale

“Il giorno della fine non ti servirà l’inglese”, cantava saggiamente Battiato tanti anni fa. Allo stesso modo, dovrebbe essere scontata una analoga affermazione per quanto riguarda la tecnologia e le comodità del mondo moderno. Evidentemente però non è dello stresso avviso “el papa” più smart e progressista della storia della Chiesa.
L’ultima trovata del pontificato bergogliano, l’ennesima iniziativa che strizza l’occhio alla degenerazione moderna e ai progressisti da salotto  – da sempre affascinati dai giochi di prestigio della tecnologia – è il rosario digitale
Un gioiello in ematite ed agata nera, dal frivolissimo look fashionmodaiolo  – tanto che potrebbe essere scambiato per l’ennesimo gadget della Apple – e collegato ad un app, che tiene traccia delle tue preghiere e condivide online i tuoi progressi (praticamente un videogioco online).
01In perfetto stile mondano, “la chiesa del divenire” annulla totalmente il senso metafisico del Rosario, configura i misteri come fossero livelli da raggiungere e completare con la mera ripetizione meccanica di un rito svuotato totalmente del suo carattere fondante. 
Il rosario intelligente si integrerà nel sistema già tristemente operativo (e chiamato col “sagace” gioco di parole) “click to pray”, una piattaforma che collega tutte le persone del mondo per pregare. 
E il raccoglimento, la meditazione? Roba vecchia, superata. Per salvare l’anima dei giovani c’è bisogno di un rosario digitale che elimini anche il più piccolo sforzo verso il Sacro. 
Chissà se questo nuovo strumento ti calcolerà anche il punteggio per accedere al Paradiso…

(tratto da www.tgcom24.mediaset.it) – Presentato in Vaticano il rosario digitale per pregare la pace nel mondo. Sarà connesso ad una app che aiuterà il fedele a imparare la preghiera. E per attivarlo basterà un segno della croce

Una proposta spirituale alla portata di tutti: nel cuore del mese missionario straordinario, la Rete Mondiale di Preghiera del Papa lancia Click To Pray eRosary, un rosario intelligente che aiuta a pregare per la pace nel mondo. un nuovo strumento elettronico, connesso a una app, che permette di recitare la tradizionale preghiera mariana con modalità innovative e adatte ai giovani.

“La prima domanda che possiamo porci è perché lanciare oggi, nel Mese Missionario straordinario, uno strumento per pregare il rosario per la pace nel mondo – ha detto in un meeting point con i giornalisti il gesuita francese Frederic Fornos, direttore internazionale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa -. Santa Teresa d’Avila diceva che la preghiera è il cuore della missione della Chiesa. E Papa Francesco a Panama ha chiesto ai giovani di pregare per la pace nel mondo, tramite la rete Mondiale di Preghiera. E ha ricordato tante volte che il nostro mondo ha bisogno di pace. C’è tanta crudeltà e violenza, e la pace è al centro della missione dei seguaci di Cristo”.

Come funziona – Fisicamente l’eRosary è fatto da dieci grani del rosario, realizzati con ematite e agata nera, e da una croce intelligente che memorizza tutti i dati tecnologici connessi all’applicazione. Una volta attivato, l’utente ha la possibilità di scegliere tra pregare il rosario standard (tradizionale), un rosario contemplativo e diversi tipi di rosari tematici che saranno aggiornati ogni anno. Una volta che l’utente inizia a pregare, il rosario intelligente mostra la sua progressione mentre avanza sui diversi misteri e tiene traccia di ogni rosario pregato.

Il rosario intelligente appartiene alla stessa famiglia di Click To Pray, l’applicazione ufficiale della Rete Mondiale di Preghiera del Papa (nella quale il Papa ha il suo profilo personale) che connette migliaia di persone in tutto il mondo per pregare ogni giorno. La Rete Mondiale è un’opera pontificia nata per mobilitare i cattolici attraverso la preghiera e l’azione di fronte alle sfide della missione della Chiesa.

“Il rosario e’ una preghiera semplice, umile come Maria e il suo figlio – ha osservato padre Fornos -. E’ una preghiera popolare, non abbastanza conosciuta, e a volte disprezzata perché vista come una ripetizione meccanica. Ma questa preghiera avvicina il nostro cuore al cuore di Gesù. Avvicina al Vangelo, con i misteri gaudiosi, dolorosi, gloriosi. E’ come un cammino del cuore che ci trasforma e ci apre agli altri: una missione di compassione per il mondo. Allora in questo mese chiediamo di pregare il rosario per la missione della Chiesa a favore della pace”. Secondo Fornos, “ci sono molte modalità. Questa è una nuova proposta”.

Click To Pray eRosary può essere utilizzato come bracciale e si attiva facendo il segno della croce. È sincronizzato con un’applicazione gratuita con lo stesso nome, che permette di accedere a un’audioguida, immagini esclusive e contenuti personalizzati sulla preghiera del rosario. Una volta che l’utente inizia a pregare, il rosario intelligente mostra la sua progressione mentre avanza sui diversi misteri e tiene traccia di ogni rosario pregato. “Pensiamo di proporre una delle migliore tradizioni spirituali della Chiesa con le migliori tecnologie attuali”, ha commentato padre Fornos, “la preghiera di sempre con le tecnologie digitali”.