Quanto è grande l’ambasciata Usa in Iraq?

Può definirsi ambasciata un complesso di edifici e strutture tali da essere grande tanto quanto il Vaticano? Perché sono queste le dimensioni dell’ambasciata Usa in Iraq, la più grande rappresentanza statunitense al mondo. E, allora, perché non può parlarsi più realisticamente di “occupazione”? 

(tratto da www.agi.it) – L’ambasciata Usa a Baghdad, vasta quanto il Vaticano – La struttura nella Zona Verde è la più grande e costosa rappresentanza diplomatica degli Stati Uniti nel mondo

L’ambasciata a Baghdad è la più grande e costosa rappresentanza diplomatica degli Stati Uniti nel mondo: si estende su una superficie di 42 ettari, più o meno come la Città del Vaticano, ed è cinque volte più grande di quella a Erevan, in Armenia, che è la seconda tra le 169 ambasciate americane sparse nei cinque continenti.

 

La struttura, ribattezzata “Il Mammut”, si trova all’interno della Green Zone della capitale irachena, la cittadella fortificata che ospita le principali istituzioni e le rappresentanza straniere. Inaugurata nel 2007 con un costo di quasi 600 milioni di dollari, l’ambasciata comprende 21 edifici, aree adibite a cinema, piscine, negozi, ristoranti, campi da basket e da tennis. Può dare alloggio fino a mille persone e nel 2012 erano arrivate a lavorarci fino a 16.000 persone, tra staff, contrattisti e militari.