VIDEO | Salvare la Bibbia da Roberto Benigni. Anche con Fusaro

Il giullare, ricchissimo e bisunto, Roberto Benigni dopo aver deturpato per anni quell’opera ispirata da Dio che è la Divina Commedia di Dante Alighieri, quest’anno a Sanremo ha provato a dissacrare il sublime e a pochi accessibile Cantico dei Cantici della Bibbia.
Nell’ignoranza conclamata del popolo italiano, Benigni si è preso illegittimamente il ruolo di ‘maestro’ interprete della Bibbia, fornendo un’immagine distorta, invertita, ridicola e falsa del Cantico dei Cantici: una sorta di canzoncina fondata sul sesso fisico, l’esaltazione di uno sfogo animalesco – financo omosessuale – che è tanto carnale da dover finire nella Bibbia.
Tutt’altro è il Cantico dei Cantici, ma non è questa la sede: basti solo dire che siamo passati da altissimi esegeti della Bibbia, che ne hanno colto appieno i significati anagogici, ascetici, esoterici, a questo smagrito e sudato Benigni che – dopo aver toccato le palle a tutti i conduttori della televisione italiana – ora svolge la sua funzione di Contro-iniziazione e di arnese del demonio.
Qui, una bella intervista a Diego Fusaro sul tema: dobbiamo togliere la Bibbia al giullare.