Cos’è il Fronte della Tradizione?

Il Fronte della Tradizione è un progetto e una mèta allo stesso tempo. Un progetto, sorto sin dal 1979, e mirante alla costituzione di una solida organizzazione di ispirazione tradizionale, composta da vari gruppi e singoli, ognuno con un suo specifico raggio di azione politica e organizzativa che, organicamente, si fondi imprescindibilmente sulla Tradizione. Un Fronte che, prima che sulla carta, prima che negli slogan o nell’estemporaneità di un’azione, si realizza con i fatti e non con le parole. Un Fronte in cui l’appartenenza non è un’operazione mentale, poiché non sono i libri letti o le tessere possedute, ma sono l’azione e lo stile a fare un uomo: un uomo che dinnanzi al sistema, non ha ambizioni riformiste ma, rivoluzionarie, il cui radicalismo si esprime nel nome della Tradizione.
Il FdT si compone di Unità Operanti per il Fronte della Tradizione. L’Unità Operante è il termine che noi adottiamo per definire un nucleo di uomini che operano nella società facendosi carico di un progetto politico, unitario e organico. L’Unità Operante ha ragione di esistere se ha come modello i valori della Tradizione, cioè se mira alla formazione del singolo e alla ricerca dei propri “simili”, attraverso un’azione di presenza diretta e non delegata, di testimonianza e di esempio. Dal coordinamento con le altre Unità Operanti, nell’obiettivo dell’Unità Organica, si costituirà così il Fronte della Tradizione.

Leggi anche l’articolo “Precisazioni necessarie” e “Perchè Tradizione, Formazione, Rivoluzione?