Soddisfazione per i soliti stupidi

    392

    Grande euforia per l’ingresso dell’Italia nel consiglio di sicurezza dell’Onu per i prossimi due anni. Toni entusiastici da parte della classe politica italiana hanno accolto il nuovo ruolo del nostro paese nella scena internazionale. Ma di cosa si gioisce ? Dell’aver assunto un incarico inutile all’interno di un inutile organizzazione. Pare di sì: contenti loro.

    (ANSA) – NEW YORK, 16 OTT – L’Italia e’ stata eletta con 186 voti a un seggio non permanente nel Consiglio di Sicurezza dell’Onu nel biennio 2007-2008.Con l’Italia sono stati eletti al primo scrutinio anche Belgio (180 voti), Indonesia (158) e Sudafrica (186). Resta aperta la gara per il seggio del gruppo Latino Americano, con l’aspra contesa tra Venezuela (76) e Guatemala (109). Escluso al primo scrutinio il Nepal che si batteva contro l’Indonesia per il seggio asiatico in palio e che ha avuto 28 voti.
    *PRODI, UN VOTO PLEBISCITARIO
    *”186 voti su 189 è qualcosa di unico, una votazione plebiscitaria”. Con queste parole il premier Romano Prodi commenta, prima di lasciare Madrid, il voto dell’Onu favorevole all’ingresso dell’Italia come membro non permanente del Consiglio di Sicurezza. “E’ una grande soddisfazione – afferma il presidente del Consiglio – per l’Italia, un riconoscimento globale alla politica italiana non solo come membro del Consiglio di Sicurezza ma proprio in quanto paese che svolge una politica internazionale positiva”. Il premier ringrazia “quanti hanno lavorato per questo risultato, l’ambasciatore dell’Onu e i suoi collaboratori”.

    Fonte: ansa.it