Giocare x uccidere, uccidere x giocare

    373

    In un mondo in cui gli omicidi più efferati trovano la loro "giustificazione" nella noia o nella frustrazione derivante da un’esistenza in cui non si riesce a dare un senso superiore alla propria vita, non si poteva che arrivare alla fase "ultima": speculare economicamente su questo fenomeno, oggi tristemente dilagante.
    E’ infatti nella più becera e cinica logica consumistica che è stato creato un videogame in cui delle bambine devono uccidere delle loro coetanee, testimoniando una volta di più, qualora ce ne fosse stato bisogno, qual’è l’unica legge che governa questo mondo di rovine…

    ROMA – Il Consiglio nazionale degli utenti lancia l’allarme per ‘Rule of Rose’, il gioco che vede protagonista una bambina sepolta viva dalle amiche. Secondo il Cnu il videogame in arrivo dal Giappone conterrebbe "immagini ad alta tensione psicologica, torture e sevizie". La richiesta del Consiglio e’ di monitorare costantemente a livello istituzionale il mercato dei giochi violenti che, pur essendo vietati ai minori di 16 anni, possono finire in mano agli adolescenti.

    www.ansa.it