Vallettopoli made in China

    644

    La storia è sempre la stessa, trita e ritrita. Per avere un buon posto da attrice, la ragazza si dà ai produttori e potenti dello spettacolo. Stavolta il tutto è stato filmato, più di venti volte, in Cina.
    Il più vile compromesso, lo svendersi, il prostituirsi per un lavoro è ormai uso comune in molti ambiti lavorativi. Inutile scandalizzarsi più di tanto, questo è quello che hanno voluto, questo è quello che ha creato un mondo basato su ciò che rende l’uomo uno schiavo.

    PECHINO – Per noi italiani abituati a scandali come "vallettopoli" sembrerà il solito intrigo sessuale che vede come protagonista persone potenti dello spettacolo e aspiranti veline. Ma in Cina ha destato grande scalpore la vicenda che vede come protagonista Zhang Yu, un’aspirante attrice che per diventare famosa è andata a letto con numerosi personaggi dello spettacolo e del cinema. VIDEO – Fin qui, forse, niente di nuovo. Ma la bella ragazza ha pensato bene di filmare questi incontri proibiti. Afferma di aver ottenuto tutte le parti più importanti a cui aspirava andando a letto con questi personaggi, ma ha ripreso con la sua videocamera più di 20 incontri sessuali. Successivamente l’attrice ha denunciato il problema sul suo blog e i video presentati sono un vero e proprio spaccato su come funziona il mondo dello spettacolo in Cina dove il ricatto e le "proposte indecenti" sono la norma e non l’eccezione dell’industria dei sogni
    DIBATTITO – In Cina si è accesso un forte dibattito tra gli utenti del web, se sia giusto che le donne che sognano il cinema debbano sottostare a queste assurde regole non scritte. «Perchè una donna dovrebbe soffrire in silenzio e subire ogni volta questi ricatti?», si chiede l’autrice dei video sul suo blog. «Se ti devi confrontare con bestie e serpenti e non sei velenosa, come potrai mai salvarti?». Gli utenti sembrano divisi tra chi accetta pienamente le accuse della giovane e chi invece cinicamente afferma che sia la solita attrice che non è riuscita ad arrivare al pieno successo e cerca di farsi ulteriore pubblicità. Fra qualche giorno uscirà il suo primo libro intitolato «Giorni nello showbiz».
    FAMOSA – Ciò che è certo è che adesso il suo nome è sulla bocca di tutti: uno dei siti web più famosi in Cina, www.sina.com ha una sezione interamente dedicata a lei e tanti produttori non coinvolti nello scandalo le stanno offrendo numerosi ruoli importanti. L’attrice trentenne, che discende da una famiglia povera della provincia di Hubei, ha sottolineato che ha sollevato questo scandalo solo perchè vuole che nessuna giovane ragazza debba più sottomettersi a queste "sporche regole". Zhang Yu ha anche affermato che erano anni che cercava di denunciare questo "mondo sporco", ma tutti avevano fatto finta di non sentirla
    DENUNCE – Già nel 2002 portò in tribunale e accusò un direttore che gli aveva offerto una parte in un film se avesse fatto l’amore con lui e con un’altra attrice. La difesa del direttore fu che lui era ubriaco e che non ricordava l’accaduto. Tutto si risolse in una bolla di sapone. «Noi donne cinesi abbiamo subito tante umiliazioni nel passato, ma nessuno osa parlarne – ha detto Zhang Yu in un’intervista – I boss dello spettacolo sono dei furfanti, non si preoccupano di niente e mi ripetevano sempre lo stesso ritornello: "Zhang Hu, tu non avrai un futuro, se non lo fai"».
    Francesco Tortora
    01 dicembre 2006

    Fonte: www.corriere.it