Fermati e Pensa…[Grande Fratello]

    252

    Ed ecco anche quest’anno al via il più amato e il primo in assoluto dei reality show, il Grande Fratello. Tutti pensano ad un flop ma invece no, almeno da quanto emerge dai dati d’ascolto. Tutti si lamentano di questa televisione "spazzatura" ma alla fine questi programmi volano in termini di ascolto e una gran fetta di italiani è li incollata al televisore a sorbirsi ben volentieri parolacce, soubrette in erba in cerca di notorietà (e di avventure a sentir loro) e "spot" pubblicitari incessanti…..

    Molti si interrogano e molti rimangono ogni anno sorpresi da questo seguito, in effetti a noi non sembra nulla di irrazionale, poiché questi programmi incarnano esattamente i desideri nascosti e le frustrazioni di giovani e meno giovani. Ragazzi giovanissimi in cerca di avventure (quali poi ci chiediamo…forse del sesso via etere, visto le precedenti versioni!), pronti a tutto per sfondare nel dorato mondo della televisione o del cinema, inseguendo modelli di vita effimeri, concentrati unicamente sull’edonismo. Questi sono i prototipi umani da reality, il drammatico è che rappresentano ciò che oggi noi siamo. La voglia di apparire via etere, l’aumento continuo di persone (molto spesso giovanissimi) che mettono in piazza (e online) la loro vita, anche quella più privata, e la curiosità morbosa di essere visti e di vedere, sono gli elementi che fanno di questi programmi la televisione più amata e purtroppo la televisione del futuro. Noi vi consigliamo, come sempre, di spegnerla e di iniziare ad accendere il cervello…prima che sia troppo tardi!

    La Redazione di azionetradizionale.com