Gay è moda!

    251

    Non sembra aver fine la dilagante ondata di conversioni, confessioni e legittimazioni degli omosessuali che da qualche anno a questa parte stanno (ri)abilitando la “cultura” omosessuale a standard di vita normale e paritetica a quella “etero”, tant’è che la celebre fiction di Rai Uno, “Un medico in famiglia”, introdurrà nel cast dalla prossima stagione una coppia gay che vivrà assieme alla piccola figlia di uno dei due. Dopo travestiti all’ora di pranzo e “transgender” in parlamento, una coppia omosessuale insegnerà ai più piccoli, nella fiction “più rassicurante” e buonista del piccolo schermo, che l’omosessualità in fondo è cosa normale e giusta…lo dice la tivvù !!

    Improvvisamente non è più un tabù. Mentre nel Paese si discute di Pacs, anche la Rai affronta il tema dell’omosessualità. E lo farà nella fiction più rassicurante del piccolo schermo, "Un medico in famiglia". "Tv Sorrisi e Canzoni" in edicola lunedì anticipa in esclusiva che nella quinta stagione della celebre fiction, che vedremo in televisione a marzo, nascerà la prima coppia di fatto omosessuale del piccolo schermo, con tanto di bambina che vive con loro.

     I protagonisti saranno Paolo Sassanelli, nella parte di Oscar, e Alessandro Bertolucci nelle vesti di Max, che si ritroveranno spalla a spalla nella vita professionale e in quella familiare. Entrambi dottori, Max è un nuovo personaggio e sarà un pediatra clown, vivranno con la figlia di Oscar, Agnese. E sembra sia già pronto un anello realizzato dall’oreficeria di Vittorio Pedonesi a Lucca per sancire un eventuale connubio tra Oscar e Max.

     "Sì, possiamo dire che c’è una sorta di fidanzamento", conferma Paolo Sassanelli al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni. "Credo sia giusto che Oscar abbia un compagno. Per troppo tempo infatti, non ha avuto una vita sentimentale". Sassanelli non sembra temere la reazione del pubblico. "Qualcuno sarà forse disturbato, altri no. Oscar è un personaggio che mi ha dato molto. Pensate al paradosso: doveva sparire dopo le prime puntate, invece è cresciuto dentro la fiction".

    La soddisfazione di entrare nella famiglia più famosa della tv è grande anche per Bertolucci. "E’ la terza volta che interpreto un personaggio gay. Conosco Paolo (Sassanelli) e con lui lavoro bene: per me entrare nel personaggio – prosegue Bertolucci – è stato a questo punto più semplice. Oltretutto è divertente cambiare rispetto alla propria natura. Certo, ci vuole impegno. E noi dobbiamo essere bravi a mettere in primo piano i sentimenti, anche perchè abbiamo la grande responsabilità di andare in prima serata su Raiuno. Credo però che il pubblico reagirà bene, perchè Oscar e Max sono due personaggi positivi". A marzo vedremo se questa coppia di fatto sarà anche in grado di mantenere alti gli ascolti di una delle fiction tv più amate dal pubblico italiano.

    www.repubblica.it