Riflessioni di Metà Marzo

    279

    I frutti avvelenati di quella che era la Festa dell’Otto marzo li abbiamo ormai tutti sotto gli occhi, a qualche giorno di distanza una riflessione è necessaria. Una considerazione su un anniversario velocemente strumentalizzato e al tempo stesso velocemente snaturato dal suo significato originario. Ben 129 operaie statunitensi morirono all’interno di una fabbrica incendiatasi perché le porte erano bloccate. Chi ha più di qualche anno ricorda bene come, all’insegna dell’autocoscienza, negli anni del femminismo le strade fossero invase da cortei di donne con gonne fiorate e gli zoccoli ai piedi. Oggi nell’anno 2007 invece, inauditi cortei di donne zoccole, ubriache e drogate dopo cene di sbalorditivo lusso potrebbero morire imprigionate, a causa di malfunzionanti uscite di sicurezza, in locali notturni ove si contendono ignudi maschi oggetto. Ahahaha l’emancipazione!