Ipocrisie eco(il)logiche

    328

    Dalla Gran Bretagna arriva l’ennesima, inutile, invenzione: la “bara ecologica”, ovvero una cassa da morto biodegradabile e rispettosa dell’ambiente. Così, dopo una vita in cui volenti o nolenti, si è stati ingranaggio del sistema e del suo metodico sfruttamento delle risorse, che si accompagna ad un “sempreverde” inquinamento del pianeta, potremo avere la coscienza a posto, perché non avremo reso ulteriormente invivibile il mondo dopo la nostra terrena dipartita…

    LONDRA – Non c’è limite a una responsabile coscienza ambientale. Dopo gli omogeneizzati biologici, i quaderni di carta riciclata, i vestiti di fibre naturali, il compostaggio, l’auto elettrica, e le vacanze solidali, dopo tutto ciò, a conclusione del nostro viaggio terreno, non poteva mancare la bara ecologica. Inutile in fondo dedicare una vita di attenzioni alla natura, e all’impatto umano sull’ambiente, se poi, nel momento dell’addio, si finisce con l’inquinare grossolanamente la madre terra, magari con casse piene di formaldeide e laminati. Per realizzare un funerale verde e coscienzioso sono dunque nate diverse aziende che producono bare interamente riciclabili, perlopiù fatte di cartone. Tra queste spicca l’inglese Ecopod, che produce delle casse da morto colorate, dalle forme simili ai sarcofaghi egizi, completamente ecologiche perché prodotte con carta riciclata.SARCOFAGHI DI CARTA – L’idea è di Hazel Selina, una signora che per anni si è dedicata ai parti naturali, e che a un certo momento ha deciso di prendersi cura anche dell’altra estremità della vita. La sua ispirazione sono stati l’Antico Egitto, ma anche i prodotti della natura, come le ghiande, su cui si modellano delle speciali urne di cartone pensate per le ceneri del caro estinto. «E’ l’immagine di un seme che viene piantato nella terra – scrive Selina sul sito dell’azienda – E’ il processo di rigenerazione e una nuova vita». Il tutto senza inquinare con sostanze tossiche l’ambiente.

    ECO E PERSONALIZZATE – Ma Ecopod non è l’unica azienda a produrre bio-bare. Sul mercato c’è ad esempio Ecocoffins – anche questa situata in Gran Bretagna – che realizza casse di cartone rigido a nido d’ape coloratissime, personalizzabili con decorazioni e disegni dai clienti finali. «Sono al 100% ecologiche» pubblicizzano. I prezzi vanno da 280 sterline a oltre 1500 per i modelli più creativi, che possono includere foglie d’autunno, papaveri e cieli azzurri, ma anche foto di famiglia, decorazioni di guerra, tributi personali e, ovviamente, squadre di calcio. Immagini che per altro saranno destinate a scomparire, inghiottite dagli irreversibili processi della natura.

    www.corrieredellasera.it