Bin Laden & Bin Laden

    335

    Tempi duri per Osama Bin Laden, il più famoso agente CIA in servizio. Dalle Filippine arriva la notizia della candidatura di un politico locale che, sull’onda mediatica del fenomeno Bin Laden, vista la somiglianza che lo lega allo “sceicco del terrore” ha deciso di presentarsi ai suoi elettori esattamente come il suo ben più famoso sosia arabo…che il povero Osama sia in pericolo licenziamento? Dopo la millesima volta che gli hanno detto che assomiglia a Bin Laden, Agakhan Sherief, candidato alle prossime elezioni amministrative nelle Filippine, ha deciso di sfruttare fino in fondo la sua somiglianza con il capo dei talebani: turbante, barba di mezzo metro e il nome del re del terrore. Con una differenza: Sherief è noto per il suo ruolo di peacemaker, mediatore tra il Governo federale e i ribelli islamici del Lanao. Agakhan Sherief ha deciso di non passare inosservato per intercettare più voti possibili per un seggio nel Consiglio legislativo del Lanao del Sur, provincia meridionale delle Filippine, nelle elezioni del prossimo 14 maggio. Il soprannome, racconta, gli è stato affibbiato nel 2002. Posava per una foto accanto al presidente Gloria Macapagal Arroyo, qualcuno tra i presenti ha fatto notare che Sherief sembrava proprio Osama Bin Laden. Ma per non correre rischi, nonostante l’imbarazzante somiglianza, il candidato filippino ha voluto mettere bene in evidenza sui manifesti, accanto alla foto e al nome e cognome, anche un “Bin Laden” scritto in grassetto.

    Tg Com