La mafia del farmaco

    243

    Nessuno spazio alla cosidetta “medicina alternativa”. E’ quanto sostanzialmente richiesto da un gruppo di “luminari” del campo medico-scientifico, tra cui l’ex ministro Umberto Veronesi (già indagato per una storia di tangenti…), che non vogliono un’equiparazione nel sistema medico nazionale tra la medicina delle grandi case farmaceutiche e quella della medicina “alternativa” (omeopatica, agopuntura, etc.)…Evidentemente mossi da ben altri “interessi”, questa ennesima vicenda dimostra una volta di più quali oscuri interessi si muovano in industrie dalla candida apparenza come quelle farmaceutiche.

    (ANSA) -MILANO, 18 APR- Le medicine alternative in quanto prive di validita’ scientifica, non devono essere equiparate alla medicina ufficiale, per gli scienziati. In documento discusso oggi in un convegno a Milano, alcuni scienziati tra cui l’ oncologo Umberto Veronesi, il farmacologo Silvio Garattini e il fisico Tullio Regge hanno affermato che le medicine alternative come l’agopuntura e l’omeopatia non devono entrare nel Sistema sanitario nazionale, nella pratica clinica e nelle facolta’ scientifiche universitarie.

    www.ansa.it