Manette a chi arrestava

    233

    Qualche giorno, nel commentare l’articolo sull’arresto dell’ex agente sisde Contrada (Contrada & mala), ci chiedevamo quanto fosse radicato questo problema, e se fosse solo caso isolato. Oggi ci giunge quest’altra notizia, per certi versi simile: funzionari di polizia e carabinieri vengono arrestati con svariate accuse, da truffa ad associazione per delinquere. Riponiamo la stessa domanda: sono solo due casi isolati?!

    CAMPOBASSO – Otto esponenti delle Forze dell’Ordine e un avvocato sono stati arrestati in Molise. Si tratta del comandante provinciale dei Carabinieri di Campobasso, del comandante della sezione di polizia giudiziaria dei Carabinieri presso la procura di Larino, di componenti della sezione di pg della Polizia di Stato presso la stessa procura di altri appartenenti alle forze dell’ordine, oltre che dell’avvocato.
    Sono stati arrestati all’alba di oggi su disposizione della magistratura. Gli arresti – disposti dal gip di Larino – sono stati eseguiti in un’inchiesta coordinata dal procuratore della repubblica Nicola Magrone per reati che vanno dall’associazione per delinquere alla truffa, da una serie ripetuta di falsi alla sistematica rivelazione del segreto d’ufficio. Gli arrestati avrebbero costituito, secondo l’accusa, un vero e proprio corpo separato all’interno della struttura giudiziaria. L’operazione sarebbe legata all’inchiesta «Black Hole», che smantellò i vertici della sanità nel Basso Molise.

    14 maggio 2007

    Fonte: www.corriere.it