Testimone d’eccezione

    287

    Di seguito le parole del principale testimone per l’accusa per la Strage di Bologna: parla il "mostro del Cireo", il quale racconta come ha ucciso Maria Carmela Maiorano e la figlia quattordicenne. Ci si è fidati delle vaghe parole del mostro del Circeo, per incolpare chi ora sta pagando ingiustamente per una strage che rimane ancora un mistero.

    (ANSA) – Il mostro del Circeo ha raccontato come uccise Maria Carmela Maiorano e la figlia quattordicenne, Valentina. ‘Carmela era mia complice ma comincio’ a rompermi le scatole’, ha detto.’In quel periodo stavo organizzando 3 o 4 omicidi…’Palaia ha collaborato,poi ha cominciato a sbandare.Ho messo il laccio emostatico a Maria Carmela,ha preso ad agitarsi,non vedevo l’ora di levarmele dalle scatole.Le ho impacchettate,gli ho dato un calcio…ho ammanettato la ragazzina. Fonte: www.ansa.it