Auguri Osama jr.!

    336

    Nozze in vista per il figlio di Osama Bin Laden, Omar Bin Laden. Il 27enne saudita convoglierà infatti presto a nozze con una donna britannica, e non possiamo che augurare loro un felice futuro nel campo dell’intrattenimento mediatico…magari con una raccomandazione del padre o di qualche agenzia internazionale!

    E’ pluridivorziata, e soprattutto sembra non credere ad ogni sorta di pregiudizio sulla sua metà, presente e futura. Jane Felix-Browne, ha infatti sposato ad aprile Omar Bin Laden, uno dei figli di Osama, lo “sceicco del Terrore”. A 51 anni, ha impalmato Omar con rito musulmano in Egitto, paese dove lo ha conosciuto durante tour alle piramidi, in cammello. Lei lo definisce “un marito perfetto tranne che per il nome”.

    Il suo è un amore a distanza, visto continua a vivere in Inghilterra, a Moulton, nella contea dello Cheshire, mentre il figlio di Osama vive e lavora Gedda in Arabia Saudita. “Con il cognome che si ritrova, gli riesce piuttosto difficile viaggiare”, dice al tabloid Sun, che riporta la notizia del matrimonio. “Anche io non userò certo, quel nome”, precisa. Troppo scomodo davvero.

    Da quando i due si sono detti sì, si sono visti solo una volta quando Jane si è trattenuta per tre settimane a Gedda. Ma assicura la donna: “C’è una grande chimica fra noi. Anche se siamo in Paesi diversi siamo sempre in contatto: a lui piacerebbe passare del tempo qui, a Moulton, – aggiunge – non vedo perché non dovrebbe venire a vivere qui. Ma non credo che gli piacerebbe il tempo”.

    Omar, 25 anni più giovane di Jane, è un imprenditore metallurgico, ha già un’altra moglie e dei figli. Lei dice di non essere gelosa del passato sentimentale del neo marito, visto che vanta nel suo curriculum altri 5 matrimoni, altrettanti divorzi, e tre figli. L’amore tra i due, racconta Jane, è scoccato durante una visita alle piramidi, in Egitto. Foto condivise, sorrisi, qualche appuntamento, poi il coraggio di affrontare il giudizio del mondo, sposandosi.

    “Lui mi ha detto di non aver niente a che fare con il progetto terroristico del padre Osama – ha raccontato – e di non sapere nulla della sua sorte. A me basta, io gli credo”. Poi conclude: “Spero che la gente non mi giudichi in modo affrettato, ho sposato il figlio, non il padre”.

    TgCom