Dio li fa, Costanzo li accoppia

    260

    Maurizio Costanzo, un “uomo” che non avrebbe bisogno di presentazioni, può da oggi aggiungere al già lungo curriculum di attività svolte (massone, affarista, stupratore, ricattatore, etc…nonchè presentatore e giornalista), quella di “mediatore”. Sembra infatti che l’onnipresente Costanzo sia intervenuto anche nella recente vicenda Vallettopoli al fine di aiutare/tutelare il suo “pupone” Francesco Totti dal ricatto di Fabrizio Corona, che ha ricevuto in cambio del suo silenzio un lauto riconoscimento di 50mila euro…ma che brava persona il Dottor Costanzo!

    COSTANZO MEDIATORE – È quanto emerso dall’inchiesta svolta dal pubblico ministero di Roma Vincenzo Barba che, su istanza dei legali di Corona, Francesco e Giuseppe Strano Tagliareni, ha chiesto al giudice per l’udienza preliminare, Tommaso Picazio, di archiviare il caso prosciogliendo dall’accusa di estorsione Corona, Vento e il manager Lele Mora. Confermato che nella vicenda ha avuto un ruolo di intermediario anche Maurizio Costanzo. Inoltre non ci furono né minacce né un ingiusto profitto. L’intervento di Costanzo contribuì ad appianare le cose e fu lo stesso Totti ad affidarsi al presentatore. Il prezzo pattuito con Gente era di 40 mila euro, ma ne furono aggiunti 10 mila anche per mancati guadagni futuri. L’indagine, in sostanza, ha dimostrato che in seguito all’intervento di Costanzo si stabilì un accordo contrattuale.

    corrieredellasera.it