Miss Trans 2007

    277

    Mancava solo il premio. Ed è arrivato: finalmente anche i transessuali hanno il loro concorso di bellezza. Si è tenuto la scorsa notte a Torre del Lago in Versilia. Non poteva mancare un conduttore (conduttrice??) all’altezza come Maurizia Paradiso che criticasse il perbenismo italiano e l’ottusità di un popolo che ancora non li accetta come dovuto. Ma non vi preoccupate, tutto è normale! Non sono mancati infatti al termine del verdetto le polemiche, le dediche e i pianti. Proprio come da copione.


    MISS ITALIA TRANS 2007: Non ha niente di meno di altre ragazze “top”, anzi, si potrebbe tranquillamente affermare che ha qualcosa in più il transessuale più bello d’Italia: Mery Sommella, di Napoli, 28 anni, di professione estetista, è stata eletta la scorsa notte a Torre del Lago, al termine di una sfilata che si è tenuta al Priscilla Caffé. Alla manifestazione, ideata da Regina e Anastasia, che sono leader delle transessuali in Versilia, hanno partecipato in 15. E come in ogni concorso di bellezza, anche questo ha avuto il suo strascico di polemiche a causa del verdetto che ha scontentato una parte delle partecipanti e delle loro sostenitrici. Al termine della serata fuori dal locale si è accesa una vivace discussione perché a detta dei transessuali presenti la più bella era Eva, di Albenga, giunta seconda. Una discussione animata fra le concorrenti napoletane (erano sei quelle in gara), che ha criticato così il verdetto della giuria che era presieduta da Marcella di Folco, presidente del Mit (Movimento per l’ identità transessuale). Mery Sommella non si aspettava di vincere. “C’erano altre concorrenti molto belle, quindi è stata una lotta fino all’ultimo, speravo di arrivare nel gruppo delle sei finaliste, ma non di vincere. Dedico questo successo a mio padre che non c’é più e a mia madre che mi sono sempre stati vicini”. La serata è stata condotta da Maurizia Paradiso che ha lanciato strali sul perbenismo italiano, ma non sono mancati i ringraziamenti per le forze dell’ordine, “che svolgono sulla Marina di Torre del Lago servizi per proteggere il mondo dei gay, delle lesbiche e dei trans”.

    fonte: Ansa.it