Gip, Giop e la malagiustizia

    264

    La giustizia italiana perde ancora colpi, tra il rilascio in libertà di pedofili e assassini sembra quasi che ci sia una tendenza al garantismo ed al perdonismo estremi… questo non vale per tutti però, solo per extracomunitari, rom e pederasta perché come insegna la vicenda di Don Gelmini se sei un sacerdote e 2 tossicodipendenti – dopo averti minacciato perché colti in fragrante mentre rubano – ti denunciano per abusi sessuali allora “gip e giop” aprono subito la mega inchiesta e la gonfiano sulla carta stampata con l’aiuto dello scribacchino di turno.

    Questa è l’Italia, il paese dove si finisce in galera per uno schiaffo o perché si esprimono idee diverse… il paese dove dei cittadini a Varese finiscono nelle pagine di tutti i giornali anche se democraticamente canditati ed eletti in un comune di Milano, e senza aver commesso alcun atto violento.
    L’Italia è il paese dove puoi raccontare che un alieno, travestito da Pippo Baudo, dopo essersi messo il tuo pigiama – per far ricadere le accuse su di te – ha massacrato tuo figlio, senza un motivo ed in tempi record da velocista giamaicano senza che nessuno abbia visto niente… ma il nostro è anche il paese dove puoi fare il terrorista, uccidere, bruciare vivi 2 bambini, andare a vivere in Brasile, pentirti e tornare in Italia a fare l’opinionista a controcampo o diventare un parlamentare… Ci viene quasi da pensare che era meglio quando si stava peggio … gip e giop permettendo. Ma da un paese che ha come Ministro della Giustizia Mastella, che coi soldi dei contribuenti compra palazzi a prezzi stracciati per tutta la sua famiglia, e se ne va in giro in elicottero statale per affari propri per non fare un’oretta di macchina, ci aspettiamo di tutto.