Lady D, un flash di troppo

    287

    E’ morta per lo schianto nel tunnel di Parigi, forse provocato dai flash di una macchina fotografica di uno dei paparazzi, che avrebbe “accecato” l’autista sulla quale viaggiava (a sinistra l’ultima foto scattata). Un’altra ipotesi tra le tante, che non frena l’inquietudine di una morte dalle circostanze mai chiarite.

    E’ destino che Diana Spencer non possa riposare in pace. La stampa britannica pubblica nuove foto degli ultimi istanti di vita della principessa poco prima del tragico incidente che la uccise il 31 agosto ’97 a Parigi. Nelle immagini si vede l’ex moglie dell’erede di Carlo mentre sul sedile posteriore di una mercedes guarda indietro per verificare se l’auto fosse inseguita dai paparazzi. L’inchiesta continua: ed è ancora polemica.

    Gli scatti inediti immortalano la guardia del corpo, Trevor Rees, l’unico sopravvissuto allo schianto nel tunnel dell’Alma in cui persero la vita oltre alla principessa il compagno Dodi al Fayed e l’autista Henry Paul.

    Proprio quest’ultimo, che secondo la magistratura francese provocò la disgrazia perché quella sera correva troppo e dava l’impressione di essere alticcio, ha la bocca aperta e in volto un’espressione attonita. Sembra quasi abbagliato dai flash dei paparazzi.

    Le foto sono state mostrate martedì ai giurati dell’inchiesta ufficiale convocata per fare luce una volta per tutte sulla tragica fine della principessaL’inchiesta giudiziaria pubblica appena avviata nella capitale britannica dovrebbe durare almeno fino al prossimo marzo e accertare sulla scorta di nuove testimonianze le circostanze precise in cui Dodi e Diana persero la vita.

    Per farsi meglio un’idea la giuria popolare andrà la settimana prossima a Parigi per un sopralluogo del tunnel dell’Alma. Mohammed Al Fayed, padre di Dodi e proprietario dei grandi magazzini Harrods di Londra, è deciso a sfruttare questa tardiva ‘inquest’, procedimento a tra l’inchiesta giudiziaria e un processo senza imputati, per dimostrare che non si trattò di una fatalita’ ma su istigazione del principe Filippo (marito della regina Elisabetta) i servizi segreti di Sua Maestà avrebbero eliminato Diana onde impedirne il matrimonio con il musulmano Dodi. Un’ipotesi di complotto tutta da dimostrare.

    tgcom.it