Spara sui passanti

    458

    GuidoniaIn un film, Babel, due bambini marocchini “giocando” con il nuovo fucile per provarne la precisione, colpiscono le auto che passano, forse inconsapevoli dei danni che avrebbero potuto provocare. Piu’ o meno la stessa cosa l’ha fatta un tiratore scelto, che ha cominciato a sparare sui passanti vicino Roma. Ben consapevole pero’ che avrebbe potuto uccidere qualcuno…una vittima e otto i feriti il bilancio di una serata di ordinaria follia.

    Ha sparato all’impazzata dal balcone di casa uccidendo una persona e ferendone altre otto, una delle quali in modo gravissimo. Poi si è arreso alle forze dell’ordine. E’ successo nei pressi di Guidonia, alle porte di Roma. Protagonista un ex tiratore scelto dell’esercito, Angelo Spagnolo di 52 anni, che ieri sera ha aperto il fuoco dalla sua abitazione. L’uomo munito di pistola semiautomatica e carabina con mirino telescopico ha fatto il tiro a segno con i passanti per tre ore. «Vi ammazzo tutti, vi odio» ha urlato ripetutamente il cecchino prima di sparare. Munito di pistola semiautomatica e carabina con mirino telescopico, l’ex ufficiale in pensione si è arreso soltanto quando ha finito le munizioni. Separato dalla moglie, dalla quale ha avuto una figlia, l’uomo viveva in un appartamento sopra quello della madre e della sorella, pieno di benzina e mine.

    LA BENZINA E POI GLI SPARI – L’allarme è scattato poco dopo le 7 di sera quando Spagnolo ha appiccato il fuoco a delle taniche di benzina sul balcone, e si è poi barricato in casa, salvo uscire di tanto in tanto per sparare.

    LA RESA – Spagnolo voleva trasformare il suo appartamento in un bunker: riempendola di benzina e mine. Aveva anche preparato delle trappole esplosive sulle scale con grossi petardi. E’ stato bloccato dalla polizia dopo una lunga trattativa verbale. Prima dell’intervento dei Nocs, ma non prima di uccidere due persone. La vittima è l’uomo che per primo si era offerto di aiutarlo quando aveva visto il fuoco sul balcone: Giuseppe Sanfelice, era in auto con la moglie, rimasta ferita, e la figlia.. Spagnolo ha poi ha continuato a fare fuoco, impedendo ai soccorritori di raggiungerlo. Tra i feriti ci sono tre carabinieri e un agente di polizia.

    MAI SEGNI DI SQUILIBRIO – Ancora ignoti i motivi che hanno spinto l’uomo ad aprire il fuoco. Non risulta che Spagnolo avesse mai dato finora segni di squilibrio. Né risulta che fosse in cura alla Asl che si trova proprio nella strada in cui abita, via Fratelli Gualandi.

    03 novembre 2007(modificato il: 04 novembre 2007)

    Fonte: corriere.it

    Vedi le foto
    La foto e’ di Ap.