Ora la morte veste Prada

    242

    Ennesima vittima di un circo sempre più lontano dalla realtà.

    Un mondo schiavista che conferma quanto la falsa bellezza si paghi a caro prezzo. Nell’attendere l’ennesima morte di una ragazza col mito della moda, le case di moda preparano le tendenze della prossima estate…

    GERUSALEMME – Trenta chili o qualcosa di meno. Questo il peso della modella israeliana Hila Elmalich quando è morta all’improvviso, per un attacco cardiaco dopo anni di lotta contro l’anoressia. E’ l’ultimo shock, in ordine di tempo, a colpire il mondo della moda sotto accusa da più parti per la promozione di un’immagine di bellezza irreale e pericolosa e l’eccessiva pressione imposta alle modelle, costrette ad essere troppo magre.
    In Israele, la denuncia arriva da un fotografo, amico della Elmalich, che ha dato vita ad una campagna nazionale contro il diktat delle modelle ultra-magre. Dopo Oliviero Toscani, con le sue immagini choc che hanno fatto tanto discutere, ora è la volta di Adi Barkan, che ha deciso di non fotografare più ragazze con un indice di massa corporea – una misura del grasso corporeo – al di sotto di 19. Due anni fa, ha visto la sua amica Hila cadergli tra le braccia incapace di reggersi in piedi. E ora, le è stato accanto anche per la sua ultima crisi, che l’ha portata alla morte. Dopo la tragedia che l’ha colpito personalmente, ha deciso di non rimanere più a guardare: Israele è stato il primo paese nel 2004 ad approvare una legge che impone alle agenzie di non assumere ragazze troppo magre.
    La sua battaglia la combatte a livello internazionale, per cercare di cambiare l’atteggiamento del mondo della moda nei confronti di un’immagine di bellezza falsa, al limite della malattia. Il caso di Hila è purtroppo solo l’ultimo di una serie che si sta allungando pericolosamente: in agosto la modella uruguayana Luisel Ramos è morta durante la settimana della moda a Montevideo, dopo aver sopravvissuto con una dieta di lattuga e bibite a basso contenuto calorico. Pochi mesi dopo è toccato a Ana Carolina Reston, modella brasiliana di 21 anni, che aveva un indice di massa corporea pari a 13,5.

    FONTE: http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/esteri/israele-modella/israele-modella/israele-modella.html