Volemose bene [e famoli ride…]

    292

    NorrisChuck Norris difendera’ l’America…e’ quanto annunciato in uno spot ironico da un candidato conservatore alla Casa Bianca. Qualcuno potrebbe trovarla una soluzione all’avanguardia, quella della campagna elettorale buttata sul ridere…Molti, pero’, sanno e stanno vedendo che i politici e’ gia’ da parecchi anni che fanno questo tipo di pubblicita’, ed in modo egregio: le risate per le loro promesse elettorali si sprecano. Sempre.

    WASHINGTON – «Il mio piano per garantire la sicurezza del nostro Paese? Due parole: Chuck Norris». Mike Huckabee, ex governatore dell’Arkansas e candidato repubblicano alle presidenziali americane del 2008, ha un’espressione seria quando fissa la telecamera per dettare uno dei “punti fondamentali” del suo programma. Ma a osservarlo bene, si capisce che un po’ gli scappa da ridere. Soprattutto quando, accanto a lui, appare il volto dell’eroe di “Walker Texas Ranger”, incorniciato da una grafica in stile-western.

    I FACTS – Una specie di video-burla elettorale (guarda), quella messa in piedi dallo staff di Huckabee, che punta sugli ormai celebri “Chuck Norris fatcs“, una serie di battute che esaltano all’inverosimile la forza e i poteri eccezionali del personaggio televisivo. Una mania dilagata negli anni scorsi tra siti e blog (come Roundhouse Kicks, in italiano), che ha prodotto migliaia di freddure. Qualche esempio: «Il panico soffre di attacchi di Chuck Norris», «I rubinetti in casa di Chuck Norris non perdono, vincono», «Nel cestino del suo PC, Chuck Norris fa la raccolta differenziata»; «Chuck Norris ha contato fino ad infinito. Due volte». Ma a colpire la fantasia di Huckebee, e a fargli capire che Chuck era propio la persona giusta per tentare l’assalto alla Casa Bianca, deve essere stato il terrore che incute ai principali nemici degli Stati Uniti d’America: «Osama Bin Laden dorme da 3 anni nel ripostiglio di Chuck Norris», «l’Iran ha chiesto l’intervento dell’Onu contro gli Stati Uniti perché loro hanno Chuck Norris», «in Iraq non ci sono armi di distruzione di massa, visto che Chuck Norris vive in Oklahoma»

    CORSA ALLA CASA BIANCA – E così è nato il filmato pubblicato su YouTube (che ha già totalizzato centinaia di migliaia di contatti nel giro di pochi giorni). Il candidato conservatore non poteva mancare di citare qualcuno dei “facts”: «Quando Chuck Norris fa le flessioni, non alza il suo corpo; spinge giù la Terra» avverte. Risultato? Il pugno di approvazione di Chuck Norris alla candidatura dell’ex governatore. Hillary Clinton e Obama dovranno preoccuparsi, insomma. Anche perché, come sanno in molti, «Chuck Norris ha già vinto la corsa alla Casa Bianca, toccando il muro dell’ufficio di Bush ed esclamando “primo!”».

    G. Ant.
    22 novembre 2007

    Fonte:
    http://www.corriere.it/esteri/07_novembre_22/chuck_norris_candidato_usa_spot_e85bb846-9909-11dc-831b-0003ba99c53b.shtml